Carabinieri arrestano 27enne nigeriano, che, con una mazza chiodata, ha compiuto atti di violenza privata, danneggiamento, lesioni personali e detenzione di oggetti atti ad offendere.

I militari dell’Arma sono intervenuti presso una struttura onlus dove l’uomo, per futili motivi, aveva danneggiato le porte ed i suppellettili della citata struttura ed aveva scagliato una sedia all’indirizzo di un operatore della cooperativa, procurandogli delle lesioni.

ARIENZO (CE) – In Arienzo, i Carabinieri dell’aliquota radiomobile della Compagnia di Maddaloni hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, L.F.A., nigeriano cl. 93, ospite di una onlus del luogo.

L’uomo è ritenuto responsabile dei reati di violenza privata, danneggiamento, lesioni personali e detenzione di oggetti atti ad offendere.

I militari dell’Arma, su segnalazione al 112, sono intervenuti presso la citata struttura dove l’uomo, per futili motivi, aveva danneggiato le porte ed i suppellettili della citata struttura ed aveva scagliato una sedia all’indirizzo di un operatore della cooperativa, procurandogli delle lesioni.

Al loro arrivo i Carabinieri hanno trovato il 27enne che, armato di mazza in ferro tipo baseball e con dei chiodi all’estremità, ancora minacciava il citato operatore impedendogli l’accesso alla struttura.

Arrestato, verrà giudicato con rito per direttissima. La vittima è stata medicata presso il pronto soccorso di Marcianise con prognosi di gg. 3 s.c.. Anche l’arrestato, è stato medicato a seguito di tagli alla mano sx che si è provocato durante il danneggiamento struttura.