Casal di principe: Fenice e CasaleLab unite per l’ambiente e la crescita del territorio

Soddisfatti i presidenti delle due associazioni

CASAL DI PRINCIPE–  Un bellissimo esempio di Cittadinanza Attiva è stato offerto oggi, presso il parco Don Peppe Diana, grazie al fattivo e proficuo contributo di due associazioni di volontariato, FeniceCrea e non distruggere e CasaleLab 

Nell’ambito dell’iniziativa “Piantala”, avviata già da tempo dai volontari della Fenice, i ragazzi, supportati dai giovani della Croce Rossa di Casal di Principe, hanno piantato alcuni abeti di piccole dimensioni a supporto di politiche che favoriscano ambienti più puliti, ma soprattutto più verdi.
La giornata di oggi ha visto, infatti, impegnarsi oltre trenta volontari, giovani e meno giovani, in presenza dell’amministrazione comunale.
La collaborazione dei due presidenti delle associazioni, Giovanni Caterino e Gianluca Natale, è stata siglata con il fine di promuovere ,congiuntamente, attività attraverso cui riuscire a concepire un territorio più sano.Il fine dell’iniziativa di stamane è stato proprio stabilire un rapporto di reciproco aiuto tra le realtà associative di Casal di Principe. Tant’è che i due presidenti dichiarano:

Sappiamo bene che l’iniziativa di oggi è solo un esempio di Cittadinanza Attiva, che non ha semplicemente alla base la piantumazione di piccole piantine bensì la dimostrazione che a Casal di Principe è possibile fare rete tra le organizzazioni di volontariato. Solo attraverso questo tipo di iniziative sarà possibile abbattere le barriere della noncuranza verso il proprio territorio ma soprattutto ricostruire un concetto che da troppo tempo sembra essere stato dimenticato: ricostruire una comunità”.

Un ringraziamento- commentano gli organizzatori- va a tutti i volontari che hanno partecipato attivamente; al gestore del parco per la disponibilità e all’azienda agricola LHUMUS di Francesco Giuliano per aver donato dell’humus per aiutare le piante a crescere meglio. Un humus che ha consentito di far crescere, in germe, anche uno spirito comunitario che ci augura si alimenti sempre di nuova linfa. 

L’iniziativa è capitata, tra le altre cose, in una giornata particolare, perché oggi si sono svolti i funerali di Jolanda Di Tella, madre di Don Peppe Diana, è per questo motivo che tale evento è stato dedicata a lei, al suo coraggio e all’impegno nelle battaglie di sensibilizzazione alla legalità portate avanti in questi anni in nome di suo figlio.