Casapesenna: Prima udienza a carico del “sacerdote esorcista”

Il perito della difesa: altre le cause delle lesioni

CASAPESENNA – Nel corso dell’ultima a udienza del processo nei confronti di don Michele Barone, il sacerdote del Tempio di Casapesenna, accusato di lesioni un ragazzina di 14 anni originaria di Maddaloni, nonché di violenza sessuale di due giovani fedeli, è stato ascoltato anche il perito di parte nominato dall’imputato, il dott. Landi.

Da una prima perizia, effettuata dal medico nominato dalla Procura, emergeva che le lesioni subite dalla 14enne erano riconducibili ai violenti esorcismi che la “vittima” era stata costretta a subire durante dei violenti esorcismi.d una malformazione congenita del lobo dell’orecchio.

Il dott Landi ha fatto del suo meglio per smontare quanto emerso in precedenza. Nelle sue conclusioni, infatti, si legge che le lesioni in oggetto sia di natura prettamente congenita.

Bisognerà aspettare la prossima udienza per ascoltare quanto verrà dichiarato dalla psicologa che ha raccolto la testimonianza della ragazzina.