Caserta. Ancora un gesto di inciviltà nel cuore della città

A cura di Edwige

Caserta.Ore 2.16 , di ieri sabato 21 febbraio. Nel cuore della notte divampa l’ennesimo incendio doloso nel centro cittadino. Una fiamma molto alta si nota già dall’altra parte di Piazza Cattaneo, sotto i porticati nei pressi del supermercato Pellicano, ed una scia di fumi tossici si innalza.

In un momento storico tutto rivolto alla preoccupazione del dilagarsi del virus cinese, sembrano banali questi eventi di vandalismo, dimenticandosi di quanta diossina e tossine si diffondano nell’aria, già contaminata, che respiriamo nelle nostre terre rinominate “dei fuochi”.

È facile puntare il dito quando i problemi vengono dall’esterno, ed appropriata sarebbe di fronte a questi atteggiamenti avulsi dal concetto di rispetto ed educazione una citazione del vangelo di Luca “Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio?”. Facciamoci tutti un esame di coscienza.