CASERTA. Attenzione alla nuova truffa online con la finta bollettaweb Enelenergia

di NUNZIO DE PINTO

Attenzione alla nuova truffa online con la finta bollettaweb Enelenergia

CASERTA – Ormai le truffe sul web o attraverso app e dispositivi connessi non risparmiano proprio nessuno. Dalle promesse di falsi rimborsi bancari o regali, alle finte comunicazioni di richiesta dei dati bancari, gli hacker ed i truffatori telematici le pensano tutte. Fortunatamente c’è chi lavora quotidianamente per scovare e punire questi truffatori e si impegna ad informare gli utenti del web ed anche i cittadini. Sono gli uomini e le donne della Polizia Postale che, attraverso il sito dal titolo: “Commissariato di PS On Line – Italia che, pubblicano sulla propria pagina facebook i risultati del loro lavoro. La Polizia Postale svolge una preziosa attività di prevenzione in materia attraverso i continui “messaggi di allerta”, come quella segnalata tramite un post pubblicato sulla sua pagina Facebook “Commissariato di PS On Line – Italia” con il quale ha pubblicato un’istantanea del messaggio che può pervenire sui nostri dispositivi. Tra i metodi maggiormente utilizzati per carpire informazioni utili al fine di sottrarre dati personali o bancari, vi è anche quello dell’invito a saldare le proprie bollette seguendo le istruzioni che pervengono tramite messaggi cliccando su allegati che poi, ovviamente, non portano a nulla se non a farci truffare. Oltre alla Polizia Postale,  anche lo “Sportello dei Diritti” aiuta moltissimo con la sua quotidiana attività di segnalazione di questi tentativi di truffa. È opportuno ed utile comunicare che tutto questo può essere impedito solo attraverso una maggiore attenzione da parte degli utenti. Ecco, di seguito, l’ultimo testo dell’invito della Polizia Postale: “FINTA bolletta Enel. Fare massima attenzione a questi allegati con estensioni non conosciute”. Il modo migliore per difendersi è quello di non dare mai seguito a questo tipo di messaggi e di prestare sempre la massima attenzione anche alle comunicazioni e agli allegati che ci pervengono via posta elettronica o via sms, specie quando si viene invitati a pagare le proprie bollette utilizzando modalità non altrimenti previste dai nostri gestori.