CASERTA. Cambio del Vice Comandante al Nato Rapid Deployable Corps Turkey. Il Generale di Divisione Antonio Vittiglio subentra al suo parigrado rumeno Generale di Divisione Tomita Catalin Tomescu

CASERTA

Cambio del Vice Comandante al Nato Rapid Deployable Corps Turkey. Il Generale di Divisione Antonio Vittiglio subentra al suo parigrado rumeno Generale di Divisione Tomita Catalin Tomescu

CASERTA – Alla presenza del Comandante del NATO Rapid Deployable Corps (NRDC-T) Turkey, Generale di Corpo d’Armata Kemal YENI, si è svolta ad Istanbul la cerimonia di avvicendamento nella carica di Vice Comandante tra la nazione della Romania e l’Italia, tra il cedente Generale di Divisione Tomita Catalin Tomescu ed il subentrante Generale di Divisione Antonio Vittiglio, già comandante della Brigata Bersaglieri “Garibaldi” di Caserta. Nel suo discorso di commiato, il Generale Tomescu ha ricordato le eccellenti capacità degli uomini e delle donne dello staff con cui ha collaborato dal 2015, anno in cui ha assunto l’incarico presso NRDC-T, inoltre ha ringraziato il Generale di Corpo d’Armata YENI per la fiducia concessa durante il suo mandato in Turchia. L’Italia ricopre la posizione della NATO di Vice Comandante del Corpo d’Armata di Reazione Rapida in Turchia a rotazione con la Romania. Il Generale Vittiglio è il secondo italiano a ricoprire questa posizione dopo il Generale di Corpo d’Armata Antonio Satta. Il Generale Vittiglio ha nel suo bagaglio professionale diverse esperienze operative all’estero ed in Italia, dove ha ricoperto prestigiosi incarichi di staff e di comando in unità interforze anche in contesti multinazionali. Il Generale Vittiglio è stato il primo Comandante della ricostituita Divisione “Acqui” con la dipendenza delle 5 Brigate operative del sud Italia ed isole comprese (la Brigata “Granatieri di Sardegna”, “Aosta”, “Pinerolo”, “Sassari” e “Garibaldi”). Il Generale di Divisione Antonio VITTIGLIO è nato il 10 aprile 1960 a Torino. Ha iniziato la sua carriera militare nel 1980 con la frequenza del 162° Corso dell’Accademia Militare di Modena, al termine del quale, nel 1982, viene nominato Sottotenente dell’arma di fanteria ed assume i primi incarichi di Comando in qualità di comandante di plotone e Compagnia presso il 37° battaglione della Brigata “Trieste” in Bologna. Successivamente ricopre l’incarico di Comandante di compagnia controcarri presso la Brigata “Friuli” e di Comandante di compagnia allievi presso l’Accademia Militare. Nel corso della sua carriera il Generale ha assolto molteplici incarichi di “staff” presso lo Stato Maggiore dell’Esercito in Roma, tra i principali quelli di Capo Sezione e Capo Ufficio Impiego Ufficiali. Inoltre ha prestato servizio allo Stato Maggiore della Difesa in qualità di Vice Capo del I Reparto. Il Generale VITTIGLIO ha frequentato il primo ed il secondo anno del Corso di Stato Maggiore presso la Scuola di Guerra in Civitavecchia. Promosso Tenente Colonnello ha assunto l’incarico di Ufficiale di collegamento in BOSNIA-ERZEGOVINA nel corso dell’Operazione SFOR. Successivamente ha assunto l’incarico di Comandante di battaglione del 151° reggimento fanteria “Sassari” prendendo parte all’Operazione “Joint Guardian” in Kosovo. Nel grado di Colonnello, in qualità di Comandante del 152° reggimento fanteria “Sassari”, ha partecipato alla missione “Antica Babilonia” in Iraq. Promosso al grado di Generale di Brigata ha assunto il comando della Brigata bersaglieri “Garibaldi” in Caserta. Nel 2014 ha assunto il Comando della Divisione “Acqui” in San Giorgio a Cremano ricoprendo, inoltre, l’incarico di Vice Comandante del 2° Comando delle Forze di Difesa. Nel 2016, sempre al Comando della Divisione Acqui e nell’ambito della nuova riconfigurazione dei compiti e delle funzioni dell’Esercito, ha assunto alle proprie dirette dipendenze le Brigate: “GRANATIERI di SARDEGNA”, “PINEROLO”, “AOSTA”, “SASSARI” e “GARIBALDI”.
Il Generale di Divisione Antonio VITTIGLIO è laureato in Scienze Strategiche ed in Scienze Internazionali e Diplomatiche ed ha inoltre frequentato il Royal College of Defence Studies in Gran Bretagna ed il General Flag Officers and Ambassadors Course presso il Nato Defense College

Pubblicità

Share Button
Pubblicità