CASERTA. Caruso e Caponigro della Casertana Boxe convocati per stage di selezione per i Campionati Europei “Schoolboys” in Bulgaria

CASERTA

Caruso e Caponigro della Casertana Boxe convocati per stage di selezione per i Campionati Europei “Schoolboys” in Bulgaria

CASERTA – La Città di Albena (Bulgaria) ospiterà dal 21 al 30 maggio 2018 l’edizione 2018 dei Campionati Europei Schoolboys & Schoolgirls. Sarà la prima aperta anche alle donne della fascia d’età 13-14 anni. La Federazione Italiana di Pugilato ha convocato a Roma, presso il Centro Sportivo dell’Esercito allocato nella Caserma “Silvano Abba” alla Cecchignola, uno stage di selezione per la partecipazione ai Campionati Europei Schoolboys. Per tale stage sono stati convocati il tecnico federale Giulio Coletta, ed il tecnico Michele Cirillo. Insieme ai due tecnici sono stati convocati 18 giovanissimi boxeur per la categoria Schoolboys provenienti da tutt’Italia. A farla da padroni sono molti pugili provenienti da Marcianise, ma, per la prima volta, ci sono due giovanissimi talenti dell’ASD Casertana Boxe di Mister Pagliaro: Paolo Caruso, giovane promessa della Palestra casertana, e Francesco Caponigro, giovane esordiente dalle molteplici possibilità. La ASD Casertana Boxe ha partecipato al prestigioso torneo “Alberto Mura” che si è tenuto sotto gli auspici della FPI in Cascia dal 5 all’8 Aprile 2018, dove il team casertano, patrocinato da Francesco e Salvatore Pagliaro, ha portato a casa due medaglie d’oro proprio con Paolo Caruso, e Francesco Caponigro. La convocazione dei due giovani atleti è il segno che la palestra di Mister Pagliaro è stata finalmente presa in considerazione anche dalla Federazione Pugilistica Italiana. Obiettivo ambizioso della ASD Casertana Boxe è diffondere nel capoluogo la pratica della nobile arte con impegno e serietà. Sull’argomento c’è da dire che se Marcianise ma anche Maddaloni, San Marco Evangelista e San Nicola la Strada hanno espresso validi esponenti nel pugilato locale e nazionale, Caserta è rimasta invece piuttosto estranea a questa grande e nobile disciplina sportiva. L’attività giovanile di pugilato è nata appena nel 2013 nella zona 167 a Caserta. Nel corso degli anni i modelli proposti sono stati modificati e adattati di volta in volta in base al progresso delle conoscenze certe delle scienze motorie e strettamente connesse all’età evolutiva dei giovani atleti che si cimentano nella pratica sportiva della noble art fin dalla tenera età. L’attività proposta si prefigge di fornire all’atleta una preparazione multilaterale, idonea ad “attrezzare” i giovani di quelle abilità motorie che oggi con la pratica del pugilato giovanile possono sviluppare. Il settore giovanile addestra e forma i giovani atleti, preparandoli a un eventuale futuro esordio sul ring, laddove sussistano i requisiti necessari, ma l’obiettivo fondamentale per questa fascia d’età è e rimane la formazione “dell’atleta polivalente” che abbia come bagaglio un ampio vissuto motorio.