CASERTA, CISAS: LA TASSA SUI RIFIUTI SOLIDI VA PAGATA DA TUTTI

CASERTA – Nel momento in cui il Comune invia centinaia di richieste di pagamento per la Tarsu suppletiva anno 2012 ai contribuenti in regola, non è possibile esentare dallo stesso pagamento centinaia di nuclei familiari, che di norma non pagano il tributo previsto pur producendo notevoli quantità di rifiuti solidi, afferma la Confederazione Cisas.

In questo modo, oltre ad discriminare i contribuenti in regola, si incentiverebbero quei cittadini non paganti nel continuare a non rispettare le disposizioni del Comune sulla Raccolta dei Rifiuti Solidi a Caserta, che vengono sempre di più abbandonati dovunque.

È notorio che proprio in quei Rioni, ove maggiore è l’evasione del tributo, si registra una maggiore presenza di rifiuti solidi, come se fosse una cosa normale abbandonarli. Quindi, secondo la Cisas, la tassa sui rifiuti solidi va pagata da tutti, anche per un fatto educativo.

La Cisas, comunque, ricorda a tutte le autorità competenti nonché alle varie associazioni caritatevoli che le famiglie indigenti vanno effettivamente aiutate, nel rispetto delle norme.