Caserta. Convegno Trasporto Ferroviario, Associazione Pendolari Sannio-Terra di Lavoro: denuncia e richiesta di interventi urgenti

Venerdi 22 febbraio a Caserta l'incontro-dibattito sul trasporto regionale ed extraregionale e sull'alta capacita'

Caserta. ” Anche quest’anno,  è stato programmato un incontro dibattito a Caserta  nel corso del quale  saranno affrontate le tematiche del trasporto ferroviario, in particolare le problematiche attuali del trasporto regionale ed extraregionale, con particolare riguardo alle province di Benevento e Caserta, e l’Alta Capacita’  Napoli-Bari,  oltre che la disamina di nuove opportunità che potranno essere offerte ai territori con l’ultimazione dei lavori”. 

Queste le parole di Antonio Di Fabrizio, Presidente dell’Associazione Pendolari Sannio- Terra di Lavoro, il quale spiega gli argomenti centrali del forum che si terra’ a Caserta, venerdi’ 22 febbraio 2019 , a partire dalle ore 16. 30 presso l’Hotel Royal in viale Vittorio Veneto.

Per quanto concerne il trasporto ferroviario regionale ed extraregionale – precisa Antonio Di Fabrizio – non possiamo essere soddisfatti poiché, a distanza di due anni dall’ultimo incontro, permangono ancora la maggior parte delle problematiche che avevamo rappresentato sulla linea Benevento-Caserta-Roma e Napoli-Roma. Questo perché ancora non si vedono i frutti di tutti gli investimenti che erano stati annunciati nell’ultimo anno“.

Questa, in sintesi, la denuncia dell’ Associazione Pendolari Sannio – Terra di Lavoro :
Sovraffollamento dei treni nelle fasce mattutine e pomeridiane;

Allungamento dei tempi di percorrenza di molti treni e preoccupazione di ulteriori dilatazioni dei tempi di percorrenza soprattutto per i Regionali Veloci;

Presenza ancora di quelle “rotture di carico”, con riferimento alla linea da e per Roma via Formia e via Cassino, che continuano a generare grosse difficoltà all’utenza;

Presenza di buchi orari in determinate fasce orarie;

Mancanza di informazione a bordo treno ed in alcune stazioni;

Scarsa pulizia sui treni e malfunzionamento degli impianti di climatizzazione.

Non ultimo bisogna aggiungere il problema del materiale rotabile in quanto, tutti i servizi vengono ancora espletati, per la maggior parte, con materiale oramai obsoleto.

Quello che viene richiesto con urgenza  dall’Associazione Pendolari Sannio – Terra di Lavoro può tradursi nei seguenti punti:

Maggiori ed urgenti investimenti sulle linee in questione attraverso l’inserimento di nuovo materiale rotabile, con investimenti sulle infrastrutture al fine di rendere le tratte in questione più sicure sia per il personale che opera per le Aziende di trasporto che per gli utenti;

Monitoraggio della qualità del servizio che venga operata da parte di un soggetto esterno e sotto la gestione della Regione, coinvolgendo in questo processo direttamente anche l’utenza;

Rimodulazione degli orari d’intesa con le Associazioni dei pendolari presenti sul territorio in modo da eliminare i “buchi orari” ancora presenti e rendere il servizio rispondente alle esigenze dell’utenza;

Prevedere una maggiore e puntuale informazione all’utenza sia nelle stazioni che a bordo treno in caso di eventuali disagi, fornendo subito delle valide alternative di viaggio.

Speriamo solo – precisa Antonio Di Fabrizio – che, con la ripartizione tra le Regioni dei nuovi fondi per il trasporto pubblico, dove alla Campania sono toccati 432.153.321 euro, si possa dare una boccata di ossigeno anche ai pendolari interessati su queste tratte”.

Per quanto concerne, invece,  la problematica del trasporto Alta Velocità su Benevento e Caserta, l’Associazione Pendolari afferma che  negli ultimi due anni la situazione è migliorata di molto.

Infatti, dopo quasi tre anni,- precisa Di Fabrizio –  attraverso un lungo lavoro, siamo riusciti, tra il giugno 2017 e dicembre 2018, a far raddoppiare l’offerta di treni AV su Caserta e Benevento, garantendo un treno in arrivo a Roma prima delle 08.00 ed un ultimo treno da Roma in partenza alle 18.55″.

Ancora molto c’è da fare su questo – continua – soprattutto per quanto concerne la puntualità dei treni, ma siamo molto fiduciosi che la situazione migliorerà attraverso la realizzazione dell’Alta Capacità Napoli-Bari, in quanto saranno ridotti i tempi di percorrenza ed avremo un incremento sulla frequenza dei treni“.

Ovviamente questo potrà realizzarsi soli se i territori coinvolti saranno pronti a recepire questa nuova infrastruttura, attraverso il potenziamento delle linee regionali che attualmente sono molto carenti (esempio come le tratte della Valle Caudina e quelle dell’ Alto casertano) e garantendo un adeguato numero di treni AV con il transito diretto anche su Caserta e non su Afragola.

Diversamente – conclude il Presidente Di Fabrizio –  si andrebbero a perdere tutti gli effetti della riduzione dei tempi di percorrenza e non si garantirebbe quel collegamento diretto molto utile anche sotto l’aspetto turistico.

L’ incontro – dibattito sul Trasporto Regionale e sull’Alta Capacita’ si terra’ all’interno dell’Assemblea Ordinaria dei Soci dell’Associazione Pendolari Sannio – Terra di Lavoro per l’approvazione del bilancio e per il rinnovo del Comitato Direttivo.

Attualmente il  comitato direttivo dell’Associazione Pendolari Sannio – Terra di Lavoro è composto come segue:
Presidente: Antonio Di Fabrizio
Vice-Presidente: Mario Mezzullo
Tesoriere: Domenico Caruso
Rapporto con le istituzioni: Marco Cicala

L’ evento, come detto,  e’ stato organizzato dall’ ” Associazione Pendolari  Sannio- Terra di Lavoro” e ad esso parteciperanno,fra gli altri,  anche l’Avv. Giorgio Magliocca Presidente della Provincia di Caserta, il Dott. Antonio Di Maria Presidente della Provincia di Benevento, l’Avvocato Carlo Marino, Sindaco della Citta’ di Caserta , il Dott. Clementa Mastella, Sindaco della Citta’ di Benevento.

L’incontro- dibattito si articolera’ secondo il seguente programma che prevede una sinergica  partecipazione di  rappresentanti del mondo istituzionale e associativo e di Trenitalia e RFI.

Dopo l’ingresso dei partecipanti, previsto per le ore 16.30, la platea ricevera’ i saluti di Antonio Di Fabrizio  Presidente dell’Associazione Pendolari Sannio- Terra di Lavoro.

A seguire e’ prevista la relazione del Prof. Fulvio SimonelliRicercatore in Ingegneria dei Trasporti presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Universita’ del Sannio.

All’ incontro interverranno anche i rappresentanti di Trenitalia, ovvero l’Ing. Sabrina De Filippis – Responsabile Normativa, Conciliazioni e Contratto di Servizio Universale Long Haul, e l’Ing. Maurizio Mancarella – Offerta Commerciale Long Haul.

Per RFI- Rete Ferroviaria Italiana– interverra’ l’Ing. Michele Volpicella Responsabile Sviluppo e Commercializzazione Centro-Sud Tirrenica – Pianificazione Funzionale e Sviluppo Territoriale.

In rappresentanza del  ” Coordinamento delle Associazioni e Comitati Pendolari della Campania linea Napoli – Roma ” partecipera’ all’evento Emilio Rota con una relazione sul ” Monitoraggio dei treni effettuato nel periodo 26 novembre – 09 dicembre 2018″.

E’ previsto, altresi’, l’intervento sul trasporto regionale a cura dell’Onorevole Luca Cascone Presidente IV Commissione Urbanistica, Lavori Pubblici e Trasporti del Consiglio Regionale della Campania.

L’intervento conclusivo e’ affidato al Senatore Agostino Santillo Membro della IV Commissione Permanente Lavori Pubblici.

Seguira’ il dibattito e la conclusione dei lavori.