CASERTA. DEGRADO INTORNO ALLA REGGIA : dopo SAN LEUCIO E PIAZZA CARLO III, anche la EX CASERMA VV.FF. IN VIALE DOUHET

di GIOVANNA PAOLINO

Caserta. Continuiamo il nostro viaggio  nel degrado che circonda la Reggia di Caserta.

Dopo avere attraversato l’incuria del Real Sito di San Leucio, dove abbiamo avuto modo di denunciare lo stato fatiscente del Belvedere,  e  quella   di Piazza Carlo III ,  vero e proprio Museo a Cielo Aperto nel quale si aggirano , piu’ o meno indisturbati, apolidi  e venditori ambulanti abusivi  in mezzo piante pregiate  non curate e danneggiate dall’indifferenza delle istituzioni, oggi ci rechiamo nei pressi della ex Caserma dei Vigili del Fuoco  in Viale Douhet, al confine con il Comune di Casagiove.

Un immobile abbandonato lasciato, anche questo al degrado e all’incuria, nei pressi di abitazioni residenziali e nei pressi del complesso vanvitelliano; un complesso immobiliare fatiscente che trasmette desolazione con una vegetazione selvaggia, con brandelli di porte e finestre, con ferri arruginiti, lamiere di eternit .  All’interno del cortile carcasse di animali , cibo per altri animali che ivi accedono liberamente per trovare un posto sicuro.

Tutto questo per dire  che a Caserta, e , in particolare dinanzi alla Reggia, e’ ubicato un immobile in precarie condizioni strutturali ed in pessime condizioni igienico -sanitarie.

Un immobile adiacente a quella che e’ la Reggia delle Meraviglie.

La struttura e’ di proprieta’ della Provincia di Caserta: essa  rientra nel piano di cessione dei beni inutilizzati e l’Amministrazione Comunale ha dato parere favorevole per  il cambio di destinazione d’uso.  Si parla di realizzare  il progetto  che prevede l’abbattimento dell’attuale struttura  per far spazio ad un condominio di nuova costruzione, come già avvenuto sugli spazi dell’ex pastificio Sibillo, posizionato poco più avanti.

Niente di fatto, tuttavia, in seguito all’asta pubblica del 17 marzo 2017 dove la Provincia di Caserta avrebbe dovuto vendere la struttura con il  metodo delle offerte segrete in aumento.

Il valore di partenza dell’asta è di 4.211.433,00 euro comprensivo delle spese tecniche per supporto al Rup. Tutto l’immobile è provvisto , come detto, del parere favorevole, rilasciato dal Comune di Caserta il 3 aprile 2014, per il cambio di destinazione d’uso in appartamenti, uffici e locali commerciali.

Per ottenere il rilascio del permesso a costruire basterà “solo” versare i 200mila euro previsti per il pagamento degli oneri di urbanizzazione.

 

Per partecipare alla gara sarà necessario versare un deposito cauzionale pari all’1% del prezzo a base d’asta, ovvero 42mila euro che saranno restituiti ai non aggiudicatari entro 10 giorni dall’aggiudicazione definitiva.

Al momento , nessuna novita’ in vista , nessun imprenditore pronto a scommettere sul rilancio di questa struttura, che rimane , come un cimitero lunare , ad accogliere i turisti che arrivano nella citta’ vanvitelliana.