Caserta, disagi per i fruitori dello Stadio del Nuoto

Il Consigliere provinciale Mario Russo (Campania Libera) vuole vederci chiaro e chiede così la convocazione di una seduta consiliare ad hoc

di GESUALDO NAPOLETANO

CASERTA – L’impianto natatorio provinciale, di Via Laviano, torna a far parlare di sé. Nella giornata di ieri è stata infatti protocollata un’interrogazione da parte del Consigliere provinciale Mario Russo (Campania Libera), attraverso la quale è stata richiesta la convocazione di una seduta consiliare per discutere sullo Stadio del Nuoto di Caserta.

Questo perché è già da un po’ di tempo che al Consigliere Russo sono arrivate parecchie segnalazioni da parte dei fruitori della struttura.

“Il mio ruolo di opposizione – ha detto Mario Russo mi impone di verificare quello che è l’operato della maggioranza. Lo Stadio del Nuoto è un’impianto dove io, da ex pallanuotista, ho vissuto molto tempo della mia vita ed è per questo che ci tengo in particolar modo. Mi sono arrivate parecchie lamentele da parte dei fruitori, di cui voglio chiarezza. Voglio sapere se queste lamentele corrispondono al vero”.

A quanto pare infatti sembra siano stati lamentati dall’utenza disagi dovuti a problemi tecnologici con inerenza sulla vasca, alla carenza per la parte igienico-sanitaria, alle modalità di gestione del parcheggio esterno all’impianto ed alle modalità di selezione del personale. Addirittura pare che i genitori accompagnatori dei bambini fruitori dell’impianto debbano pagare anch’essi l’accesso tramite tessera magnetica.

Inoltre in giornate piovose si è constatata la presenza di infiltrazioni, nonostante i lavori di manutenzione effettuati nel periodo di luglio 2018.

Ricordiamo che lo Stadio del Nuoto di Caserta è gestito dall’Agis (“Agenzia Gestione Impianti Sportivi di Caserta”) i cui membri del Cda sono stati nominati con Decreto Presidenziale n.9 del 19 marzo 2018. Ed è proprio la poca trasparenza nella gestione dell’Agis a preoccupare il Consigliere provinciale di “Campania Libera”.

Va tenuto presente che quella della trasparenza non è una battaglia nuova per Mario Russo. Tant’è vero che anche al Comune di Caserta il Consigliere Russo ha fatto una serie di interrogazioni sulla trasparenza. “E’ il minimo che possiamo fare per cercare di rendere fruibili le istituzioni ai cittadini” – ha sottolineato Mario Russo.

C’è poi un’altra questione molto importante che riguarda lo Stadio del Nuoto: esiste una relazione che è stata commissionata nel 2013 dall’Ente Provincia per effettuare delle verifiche di sicurezza sulla struttura. Questa relazione fondamentalmente evidenzia che l’impianto necessita di interventi di adeguamento.

“In questo momento non sono sicuro che ci sia un’agibilità statica dell’impianto – ha continuato Russo – Una struttura che non ha il certificato di idoneità statica va chiusa. Ed è per questo che approfondirò questo aspetto”.

“Ovviamente  – ha concluso il Consigliere provinciale Mario Russo – aspetto di vedere quali saranno le risposte che mi verranno date riguardo la mia interrogazione, per capire se è il caso di tirare o meno fuori questa situazione sul certificato di idoneità statica. Anche perché può darsi che mi sto sbagliando, o almeno lo spero”.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza. Daremo per scontato che tu stia bene, ma puoi disattivarlo se lo desideri. Accetta Leggi di più