Caserta: Inaugurato ieri il Circolo del M24A – ET nel capoluogo

Un incontro partecipato e proficuo

Ieri sera presso il Club Conte di Caserta  si è tenuta una storica riunione dalla quale è nato il Primo Circolo Cittadino di Caserta del Movimento 24 Agosto-Equità Territoriale che vede lo scrittore Pino Aprile come presidente.
Il Circolo nasce dalla felice Unione di quei gruppi, uno provenienti dal ex partito Unione Mediterranea coordinato dal esperto politico Maurizio Redi e un secondo folto gruppo di stimati professionisti e docenti universitari professori e noti imprenditori Casertani che trovano il suo referente nel giovane dott. Pellegrino Fabio .
Durante l’evento sono intervenuti anche il tesoriere nazionale avv. Emiliano Pagano e il responsabile regionale l’ avv Giuseppe Ercolino .
Durante l’evento si è dato risalto ad alcuni punti importanti del folto programma elettorale.

Il Movimento nasce come Principio Ispirato dell’Equità, intesa come pari diritti per tutti i suoi cittadini, perché non è più tollerabile avere cittadini di serie A e cittadini di serie B, per cui ci si impegnerà per portare in Parlamento le proposte di legge coerente con il principio espresso ma soprattutto per far attuare i principi basilari della nostra Costituzione è della Carta dei diritti dell’uomo; principi espressi chiaramente nello Statuto del Movimento. Inoltre si è parlato chiaramente di voler accendere un faro sulla storia della nostra unificazione, bisogna riscrivere i libri di scuola e far emergere le atrocità messe a segno sul territorio del Sud con unificazione D’Italia. Il terzo punto trattato ha  riguardato la considerazione del Sud e di se stesso, perché i nostri giovani e i nostri figli del Sud abbiamo più fiducia in se stessi e non si sentano inferiore per nessun verso ad altri cittadini;  si è parlato dell’ aspetto antropologico di questo malessere e della sua formazione.  Si è anche parlato del lato Ecologista del Movimento, che nasce con questo punto fermo di abbandonare i combustibili fossili e dare spazio ad energia rinnovabile e dell’esigenza impellente di attuare rapide bonifiche sul tutto il territorio del sud , ma in particolare nella Terra dei fuochi. Si è discusso sulla linea fortemente Legalitaria senza compromessi con nessuno, portando una forte azione repressiva contro la Criminalità Organizzata, ribadendo che solo non chiudendo Tribunali ciò sia possibile e si è pensato di aprire una sezione giovanile Infine si  è parlato di alcuni aspetti Casertani:  Reggia da rilanciare; San Leucio da riorganizzare e Macrico come cuore verde e no cemento.