Caserta – Italia Nostra e WWF Caserta si oppongono alla costruzione di una scuola nell’ex area Macrico

L'Associazione Italia Nostra, sezione di Caserta e il WWF Caserta, annunciano la propria ferma opposizione con ogni mezzo di legge al nuovo scempio della già martoriata città

CASERTA – Maria Rosaria Iacono, Presidente di Italia Nostra, sezione di Caserta “Antonella Franzese” e Raffaele Lauria, Presidente WWF Caserta, hanno inviato un comunicato stampa relativo alla costruzione di una scuola nell’area ex Macrico con il quale hanno contestato apertamente e vivacemente la decisione dell’Amministrazione comunale di Caserta. Ecco, di seguito, il testo del comunicato:

“Le scriventi Associazioni, in riferimento alla Delibera di Giunta del comune di Caserta nr. 168 del 29/10/2019, relativa all’approvazione del progetto per la realizzazione di un plesso scolastico a Caserta, nell’area ex MACRICO, “denunciano” il gravissimo comportamento dell’Amministrazione Comunale di Caserta. Ignorando completamente le richieste di associazioni e cittadini che da venti anni chiedono a gran voce di realizzare nell’area un Parco pubblico, la Giunta comunale di Caserta entra a gamba tesa nell’area, utilizzando come grimaldello un istituto scolastico e le giuste richieste di alunni e genitori.

Già il Comitato Macrico aveva chiesto nuovamente, solo qualche mese fa, all’amministrazione comunale di Caserta, di approvare la Variante al PRG e di destinare l’intera area a F2 – Verde pubblico. Nessuna risposta è arrivata, solo 4 consiglieri comunali hanno sottoscritto la proposta. Si era detto che non era possibile espropriare l’area per realizzare il verde pubblico: ora si può! Addirittura si prevede di spendere circa 5 milioni di euro per realizzare nuovi edifici! Perché con cifre così elevate non si pensa di ristrutturare gli edifici scolastici già esistenti? Quanti edifici pubblici sono vuoti ed inutilizzati?

Basti pensare al palazzo della Provincia in Corso Trieste o alle Caserme che il Comune pensa di vendere! L’Associazione Italia Nostra, sezione di Caserta e il WWF Caserta, annunciano la propria ferma opposizione con ogni mezzo di legge al nuovo scempio della nostra, già martoriata, città.