Caserta, la protesta dei teatri aperti a luci accese

Flash mob di protesta

 

Teatri aperti e luci accese è la protesta che avverrà nella giornata del 22 febbraio di serA, un grosso flash mob di protesta contro l’ ormai definitiva o quasi chiusura dei teatri, e dei cinema in grossa difficoltà a causa della chiusura e delle nuove normative anti covid.  La manifestazione dovrebbe durare oltre due ore e dovrebbe sensibilizzare, almeno cercare di sensibilizzare questo è l’intento, l’opinione pubblica per quello che è il settore dello spettacolo. A  Caserta, nella città capoluogo, è tutto fermo anche il teatro Parravano di via Mazzini, aderirà ala manifestazione fatta, ma la protesa coinvolgerà un po’ tutta la provincia di Caserta, tra cui anche teatri più piccoli come la Bottega del Teatro di via Volturno.

La manifestazione è stata organizzata,  da Unita (UNIONE NAZIONALE INTERPRETI TEATRO). I piccoli teatri sono anch’essi chiusi con sacrifici enormi fatti anche dalle piccole attività a livello artigianale, sono praticamente sul lastrico così come cinema e ristoratori chiusi oramai da più di un anno. Ci dovrebbe essere una massiccia adesione al flash mob di protesta le piccole realtà rischiano seriamente di scomparire.