Caserta. La Scuola media De Amicis-Da Vinci fa lezione con banchi da pic-nic

Soluzione provvisoria. Trovati fondi per nuovo arredo ed edilizia scolastica

Ritorniamo a parlare di Scuole nella città di Caserta. Questa volta ad essere eclatante è la questione dell’indispensabile arredo scolastico e della sicurezza dell’edificio. Dall’inizio di quest’anno gli alunni della Scuola media “L. da Vinci” sono costretti a lavorare con tavoli da pic-nic. Stiamo dunque parlando del complesso scolastico sito in Rione Tescione, che, per mancanza di materiale, ha subito questa stravagante innovazione nell’arredo.

Non è tanto l’iniziativa al quanto discutibile a suscitare clamore, bensì l’acclamata pericolosità della plastica con cui sono fabbricati i tavoli, che non reggono il peso della cultura e finiscono per rompersi in pezzi appuntiti. È perciò l’incolumità dei giovani studenti casertani ad essere in serio pericolo. E ancora una volta, tralasciando per un momento i bizzarri banchi da picnic adibiti a scrivanie da studio, viene in primo piano il problema infiltrazioni. Buona parte dell’edificio, infatti, sembrerebbe essere compromesso, almeno nello strato dell’intonaco, da gravi infiltrazioni di acqua piovana.

Un SitIn programmato dalle stesse insegnanti dell’Istituzione scolastica pare voglia svegliare l‘Amministrazione Marino e il suo assessore all’Istruzione Corvino, ma in realtà seri provvedimenti sono stati già attuati dall’Istituzione comunale. Prima di Natale i nuovi banchi e le nuove sedie saranno alla Leonardo Da Vinci di Caserta. La Dirigente scolastico ha provveduto già dal mese di Settembre a richiedere ben sessanta banchi da scuola. Il Comune, nonostante il dissesto bis, riuscirà a fornire cinquanta banchi e il resto sarà recuperato dall’arredo dismesso di altre scuole comunali.

In conclusione, per via di un numero leggermente cresciuto di nuovi iscritti, c’era una mancanza di banchetti che, in via del tutto provvisoria, è stata sopperita dal Dirigente comunale preposto per garantire le lezioni anche per questo nuovo anno scolastico.
Bisognerà a questo punto portare ancora un po’ di pazienza e tranquillizzarsi per quanto riguarda la questione “dimensionamento scolastico”, che dopo varie soluzioni apportate dall’assessorato competente, non sembra destare particolari preoccupazioni, così come per le infiltrazioni. L’Assessore Pontillo, delegato alla sicurezza degli edifici comunali, è già all’opera per destinare i fondi stanziati per l’edilizia scolastica. Entro la fine di quest’anno saranno sicuramente effettuati i lavori di ripristino delle funzionalità della scuola.