Caserta. Le quattro interrogazioni di Speranza per Caserta

La maggioranza consiliare negherà anche questa evidenza, ma appare chiaro che si sta provando a “narcotizzare” le voci dell’opposizione, con le sedute dedicate alle interrogazioni sempre più diradate nel tempo . E’ un dato di fato che non se ne discutono da oltre tre mesi (18 luglio l’ultima sessione “ordinaria”) mentre il “question time” non viene convocato addirittura da maggio scorso quando, da regolamento, si dovrebbe svolgere ogni ultimo mercoledì del mese. Il risultato è che sono ben 22 le interrogazioni in calendario per il consiglio che si terrà il prossimo giovedì, ed ovviamente sarà impossibile discuterle tute, anche se gli assessori interrogati, come quasi mai accade, dovessero essere tutti presenti.

Quattro sono quelle presentate da Speranza per Caserta. La prima, riguarda il fato che il Comune di Caserta non risulta ancora abilitato per il rilascio della nuova modulistica per il rinnovo dei permessi di soggiorno; nella seconda, i consiglieri Naim ed Apperti chiedono all’Amministrazione se c’è intenzione di stipulare il protocollo d’intesa con l’APS “Sportello Amianto Nazionale” per dotarsi di uno Sportello Amianto, fnalizzato a salvaguardare la salute pubblica e a combatere i problemi legat al pericoloso inquinante sul territorio cittadino; la terza verte sul bando per la concessione del Palavignola, vicenda attualissima per le note vicende della cancellazione del murales dedicato alle “Quattro Stelle”; la quarta ed ultima riguarda ancora impianti sportivi, e cercherà di far luce su come siano stat spesi gli ingenti finanziamenti piovuti, anche a Caserta, per la riqualificazione delle location che hanno ospitato la scorsa estate l’Universiade 2019.
Dopo la sessione delle interrogazioni, che come sempre saranno discusse in mattinata, sarà la volta di numerose mozioni anch’esse in giacenza da mesi e mesi, sintomo di un consiglio comunale impantanato: tra le altre, quella per l’installazione di contenitori per pile esauste presentata dalla consigliera Naim, e quella per l’isttuzione di una corsia preferenziale per i mezzi di soccorso in via Amalfi, sulla quale relazionerà il consigliere Apperti.