Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

CASERTA. Mafia in Veneto, la cronista Monica Andolfatto nel mirino dei clan

I giornalisti che denunciano i clan sempre più nel mirino dei malavitosi

CASERTA – L’inchiesta della Dda di Venezia ha alzato il velo su business di ultimissima ora gestiti dalla camorra in Veneto. Non solo gli impianti di biogas ma anche il traffico di denaro contraffatto ed il riciclaggio di soldi sporchi negli Emirati Arabi. Il DIP di Venezia nelle sue 998 pagine è stato in grado di ripercorrere il giro che Luciano Donadio, dominus della camorra in Veneto, che è riuscito a mettere in piedi servendosi di esperti commercialisti, anche all’estero. Ora la camorra dei casalesi ha iniziato a minacciare anche i giornalisti veneti e fra questi Monica Andolfatto, cronista del Gazzettino.

“Esprimiamo la vicinanza e la solidarietà della Federazione nazionale della Stampa italiana alla collega Monica Andolfatto, cronista del Gazzettino, segretaria del Sindacato Giornalisti Veneto, finita per ben due volte, come si apprende dopo gli ultimi arresti, nel mirino della criminalità organizzata che si era infiltrata in regione”. Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della FNSI. Nel 2008 la prima ipotesi di una intimidazione alla giornalista, “rea” di aver scritto di alcuni episodi malavitosi verificatisi nel Sandonatese. In quella occasione l’ordine del boss fu di sparare dei colpi di pistola contro la cronista per spaventarla. Piano che saltò per l’arresto di chi doveva eseguirlo.

E quando, un paio di anni dopo, Andolfatto tornò a parlare dei “casalesi di Eraclea” provocò di nuovo la reazione del clan. “Ringraziamo le forze dell’ordine e la magistratura per il grande lavoro svolto sul territorio che ha consentito di assicurare alla giustizia chi, per non essere disturbato nella sua attività criminale, voleva mettere a tacere la collega. E chiediamo alle autorità di garantire a lei e a tutti i cronisti della regione di poter svolgere in sicurezza il loro lavoro. A Monica Andolfatto diciamo che non abbiamo alcun dubbio che continuerà a onorare con la solita determinazione e passione il suo dovere di informare i cittadini”, concludono Lorusso e Giulietti. Il segretario della FNSI, il prossimo 4 marzo, sarà in Veneto per partecipare al direttivo del sindacato regionale. Sarà anche l’occasione per ribadire ad Andolfatto e ai colleghi veneti la vicinanza di tutta la categoria.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale