Caserta. Nella citta’ del Turismo la pioggia trasforma le strade in lagune

di GIOVANNA PAOLINO

In questi giorni in citta’  la parola d’ordine e’ Caserta  Citta’ del Turismo.

Eppure la pioggia di ieri ha dimostrato, ancora una volta, come  le infrastrutture del capoluogo di provincia non siano attrezzate neanche per le primaverili piogge d’aprile.

Molte parti della citta’, oltre che dai numerosi turisti, sono sommerse  dalla pioggia rendendo impossibile un regolare transito dei pedoni e degli automobilisti.

Si pensi all’area ex Saint Gobain, nei pressi del Palazzetto Antonio Vignola  dove erano affluiti numerosi pullmann.

Si pensi a via Mondo , dove , ancora una volta, l’acqua piovana ha trasformato la strada, che e’ di accesso all’entrata per Caserta, in una laguna melmosa.

In Piazza Dante, poi,  si e’ reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco  a causa dell’allagamento  provocato dalla pioggia negli antichi palazzi a bordo della piazza. La pioggia, infatti, ha rotto le grate ed ha inondato l’interno degli stabili per poi riversarsi nella piazza.

Lo stesso problema e’ stato denunciato alla nostra redazione anche da alcuni residenti di  Via Roma che lamentano da tempo  l’assenza di fognature per lo scolo delle acque piovane.

”  A causa delle piogge le nostre abitazioni vengono letteralmente sommerse dall’acqua – ha dichiarato la Signora A.C.- e noi stessi con buona volonta’ ci dobbiamo attivare  con secchi e quant’altro per  togliere l’abbondante acqua che si riversa nelle cantinole e nei sottoscala delle nostre case”.

A proposito del turismo e della connessa riqualificazione del territorio. Buona Pasquetta a tutti , sperando sempre che non piova !