Caserta: Ospedale Sant’Anna e San Sebastiano, in arrivo le mensilità arretrate

Molto si deve anche all'intervento del Commissario Straordinario, Carmine Mariano

CASERTA – Per i Medici del Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile Sant’Anna e San Sebastiano sembra essere arrivata una “luce” dopo un lungo periodo di “buio”. Finalmente, infatti, potranno percepire quello che gli spetta: le retribuzioni arretrate insieme alla convenzione per le ore aggiuntive.

La decisione è stata presa nel pomeriggio di ieri in una riunione tra i vertici della struttura ospedaliera e le rappresentanze sindacali dei sanitari. Erano stati proprio quest’ultimi a denunciare le mancate spettanze nei quali erano incorsi.

Molto si deve anche all’intervento del Commissario Straordinario, Carmine Mariano, e dei due Sub Commissari, Sicilino e Gubitosa,  «C’è stata una grande apertura da parte del commissario straordinario Carmine Mariano e dei due subcommissari, Sicilino e Gubitosa – afferma Maurizio Di Stasio, rappresentante della Cimo all’interno dell’ospedale casertano -. Hanno capito ogni perplessità e ogni esigenza rispetto la copertura dei turni. E’ stato in prima persona il commissario Mariano a garantire non solo la retribuzione delle mensilità in arretrato, ma anche il rinnovo del convenzionamento per garantire i turni particolarmente difficili da sostenere in un Pronto Soccorso come quello dell’ospedale che conta in media 300 accessi al giorno».