CASERTA. Pio Del Gaudio: “E’ strano che, ad oggi, i partiti non abbiano ancora zittito Marino”

Riceviamo e pubblichiamo integralmente di seguito la lettera dell’ex Sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, inviata quest’oggi alla nostra Redazione.

“Gentile Direttore. Approfitto della Sua testata per inserirmi in una giornata calda ed afosa nel dibattito innescato, dal Sindaco di Sinistra, sulle prospettive del Centro Destra. A tali affermazioni hanno fatto subito eco le riflessioni del caro amico Garofalo, mio e del Sindaco Marino. Rispetto le opinioni di tutti ma, essendo stato l’ultimo e unico, Sindaco di centro destra a Caserta negli ultimi anni, ritengo doveroso esprimere qualche riflessione. E’ vero. La politica è progetto ed è passione. Ebbene due sentimenti assenti in questo momento nel governo della città. Certo Il Sindaco, compagno mio e di Garofalo, in tante battaglie del passato, ha ancora due anni di governo e mi auguro riesca a trasferire nella cittadinanza la consapevolezza della passione di questa amministrazione per il bene comune e soprattutto l’esistenza di un progetto di sviluppo che o non esiste o verrà comunicato nel tempo. Ma veniamo al tema. Il centro destra. Nel 2015 fu Forza Italia, nella componente zinziana, a far cadere la mia amministrazione. Nel 2016 fu proprio Forza Italia, con una pessima lista, a condannare, l’ottimo candidato Sindaco Ventre, ad una sconfitta certa. Il tema ovviamente, non è come afferma Garofalo, la collocazione di Zinzi, o aggiungo io, del sottoscritto. Questo è altro. Il tema è il Progetto politico alla base di una volontà ben determinata di: A) Garantire un buon Governo alla Città B) Di vincere le elezioni con una coalizione Chiara e ben definita in termini di collocazione ideologica e politica. Entrambe le due questioni sono sul tavolo. Ma è  mai possibile che sulle prospettive del centro destra intervenga il Sindaco Marino del PD? E a quale titolo. Nostalgia del passato? Prospettiva politica personale? Grande ritorno? Tutto è legittimo. E’ strano però che, ad oggi, i partiti non siano intervenuti per zittirlo. Questo mi preoccupa. Si sta costruendo il biscotto? Non credo. Fa caldo? Possibile. La poca chiarezza però non aiuta. La città è governata da un mischio mai visto in passato. L’opposizione è fiacca e la maggioranza è insipiente e priva di idee. Che accadrà? Non lo so. Vorrei, da cittadino, chiarezza. Vorrei capire quale sono le politiche di destra e quelle di sinistra. Vorrei capire chi sono i protagonisti dei due schieramenti. Non vorrei, come è capitato a me, che dal PD arrivi al Sindaco Marino, la coltellata mortale e non per il bene della città ma solo al fine di favorire questo o quel candidato alla regione. Qualcuno vincerà ma Caserta perderà con certezza. Oramai, assurdo, tutti pensano che, con l’approssomarsi delle Regionali, l’amministrazione comunale di Caserta debba cadere…in automatico…é mai possibile? È un dogma?”.