CASERTA. Quando i prigionieri della RSI furono fucilati dagli alleati in provincia di Caserta

CASERTA

Quando i prigionieri della Rsi furono fucilati dagli alleati in provincia di Caserta

CASERTA – Il giorno del 25 aprile ricorda oltre alla liberazione come data ufficiale del calendario anche il sanguinoso periodo della guerra civile tra italiani. Un conflitto che ebbe strascichi nel dopoguerra con vendette ed eccidi compiuti verso la parte sconfitta. Molti sono i caduti del lato fascista che hanno subito una “damnatio memoriae” come i giovani combattenti catturati dagli americani e rinchiusi nel carcere di Santa Maria Capua Vertere. I soldati della Rsi furono fucilati nel campo di Sant’Angelo in Formis presso una cava abbandonata, Sul luogo sorge un sacrario dedicato alla memoria dei giovani militari. In occasione del 25 aprile una delegazione di CasaPound è venuta a rendere omaggio, come accade da molti anni. La folta schiera ha sfilato con la bandiera e deposto fiori senza alcun incidente con la presenza di polizia e carabinieri allertati dal cordoglio controcorrente di un centinaio di giovani.