Caserta, quasi ad ogni estate perde un pezzo di sport

La vicenda della Casertana football club impone qualche considerazione qualche giudizio ex post, su quella che è la realtà sportiva quasi inesistente ormai nel capoluogo di provincia di Caserta.

Pubblicità elettorale

Sono lontani i fasti lontani lontanissimi degli anni  ’90 quando la JuveCaserta vinceva lo scudetto (anno 1991) con gente del calibro di Nando Gentile, Sandro dell’Agnello, Scekleford, Nando Marcelletti ecc ecc, ma anche la Casertana sul finire degli anni ’90, La Casertana invece con la promozione storica in serie B, stagione 1989/90 riuscì  anch’ella ad annoverare tra le sue file calciatori come Ravanelli, Campilongo, Petruzzi, Luca Bucci (terzo portiere ad Italia 90), Benito Carbone, alcuni di loro che davano del tu al pallone e che hanno fatto ottime carriere.

E oggi invece a distanza di trent’anni ? Cosa sta succedendo alla realtà sportiva casertana…..La JuveCaserta  nei dilettanti dopo lo scioglimento della stessa nell’anno 2020.

Anche la Volalto 2.0 dell’ex presidente Nicola Turco ha avuto una parabola per certi versi simile dalla serie D nell’anno 2006 sino poi a risalire in  A2 all’ A1, le dragonesse riuscirono nell’impresa di arrivare nella massima serie con una parabola di tutto rispetto…ma poi? anche qui per certi versi corsi e ricorsi…la storia si ripete, arriva l’estate 2020 e Volalto 2.0 sparisce si scioglie come neve al sole (mai metafora forse risulta più azzeccata) anche per la  Volalto arriva lo scioglimento.

Quest’anno l’ennesimo fulmine a ciel sereno durante il periodo ESTIVO, stavolta tocca alla Casertana, del presidente d’ Agostino esclusa dal campionato della serie C, sta tentato tramite le vie giudiziarie si salvare il salvabile, anche se appare un po’arduo.

Inevitabilmente si cercano i capri espiatori, la dirigenza è la prima imputata, gli sponsor che non ci sono ? Errori di bilancio ? I debiti ? Squadre non all’altezza?? Il comune di Caserta che non riesce a star vicino alle sue squadre ed anzi complica tutto con la sua  burocrazia? A chi si devono rivolgere i casertani ma anche qualche appassionato, per avere qualche risposta anche sensata su quello che sta succedendo allo sport di terra di lavoro, squadre che potrebbero offrire ai giovani e non solo un posto di lavoro, un’attività al quale dedicarsi ma allo stato parlare di sport a Caserta appare quanto mai  arduo, non ci sono imprenditori seri … chi verrebbe ad investire proprio a Caserta??? Certo i fallimenti fanno parte un po’ di vari contesti sportivi anche nel calcio di Serie A il fallimento del Parma fu tanto improvviso quanto clamoroso, lo stesso Napoli dalla Serie A al baratro della Serie C, ricostruire e ripartire da zero non è mai facile, ma appare anche doveroso, inutile piangersi addosso facile fare considerazioni che potrebbero apparire scontate.

Cosa succederà allo sport casertano ? Mai possibile che non ci siano persone in grado di offrire un progetto serio ed  ambizioso?

Anche lo stadio del Nuoto giace lì quasi inattivo abbandonato sembra quasi una cattedrale nel deserto sportivo casertano….sapere i motivi di questo scempio è cosa ardua….di certo non è bello che ad ogni estate o quasi Caserta sportivamente parlando perde un pezzo di sè……nella speranza che ci siano persone con progetti ed anche soldi che vogliano, veramente rilanciare lo sport a Caserta che oramai è in lenta agonia.

Ci piacerebbe avere qualche risposta