Caserta sempre più green. Ma è il “verde” che non “accontenta” i cittadini e gli elettori

Caserta sempre più green. Ma è il “verde” che non “accontenta” i cittadini e gli elettori, perché li invoglia ad un sonoro spernacchiamento degli amministratori.
E’ da alcuni di loro che mi arriva la denuncia sullo stato di degrado e di abbandono in cui versa il quartiere Acquaviva, proprio nel quadrilatero della zona di cui spesso si sono occupate le avveniristiche dichiarazioni dell’amministrazione Marino. I suoi esponenti, anche sui giornali, continuano a non vergognarsi di “accendere i riflettori” sui problemi senza risolverli, senza timore di far salire la bolletta dell’energia elettrica, di far “saltare il contatore”, la pazienza dei casertani.
Forse la voglia di combattere la crisi mondiale del grano è alla base dell’indiscriminata crescita del verde invasivo che le foto documentano nel quartiere Acquaviva.
Cosa deve accadere per assistere ad una inversione di rotta rispetto a questo immobilismo?
Avvocato Pasquale Napoletano Consigliere Comunale FdI