CASERTA.TURISMO E CULTURA: VIA FRANCIGENA DEL SUD E VALORIZZAZIONE SITI BORBONICI LA GIUNTA APPROVA DUE DELIBERE

Costituire una Associazione Temporanea di Scopo finalizzata alla creazione ed alla valorizzazione della Via Francigena del Sud, sulla direttrice Capua – Caserta verso Benevento. E’ l’obiettivo della ipotesi progettuale approvata dalla Giunta comunale su proposta dell’assessore Franco De Michele e che sarà successivamente portata all’attenzione del Consiglio Comunale.

La Via Francigena, anticamente chiamata Via Francesca o Romea, è tra i più antichi itinerari della cultura storica e religiosa euro-mediterranea che collega Canterbury a Gerusalemme, costituendo un ponte di cultura che supera la lunghezza di 2.500 chilometri. Congiunge Europa del Nord, Europa Mediterranea, Europa Balcanica e Medio Oriente, con un percorso che attraversa Inghilterra, Francia, Svizzera, Italia, Città del Vaticano per raggiungere Gerusalemme attraverso la Grecia, la Turchia, la Siria, il Libano e Israele. Nel 2016 c’è stato il riconoscimento della Via Francigena del Sud da parte del Consiglio d’Europa, che ha ampliato di oltre 800 chilometri il percorso originario coinvolgendo cinque regioni (Lazio, Molise, Campania, Basilicata e Puglia), 43 diocesi e oltre 250 comuni direttamente attraversati dalla rete del tracciato elaborato con la Società Geografica Italiana. La Regione Campania ha aderito al programma ed individuato il percorso nelle province di Caserta, Benevento e Avellino.

Su proposta dell’assessore alla Cultura Daniela Borrelli, la Giunta ha invece approvato lo schema di protocollo d’intesa tra il Comune di Caserta ed il Comune di Casagiove sulla realizzazione di iniziative congiunte tese alla valorizzazione dei due siti borbonici che insistono sui propri territori: il Complesso Monumentale del Belvedere di San Leucio ed il Complesso architettonico “Quartiere militare borbonico”. Tra le iniziative previste vi sono la realizzazione di una Biennale d’arte contemporanea da svolgersi nei due siti ed un’opera di valorizzazione di aree della città di Casagiove attraverso la street art, in collaborazione con il Museo d’Arte Contemporanea della Città di Caserta.