Caserta. Una vita dedicata al BASKET: Rossella Musto riceve dal CONI la PALMA DI BRONZO AL MERITO TECNICO:”La dedico ad Emanuela Gallicola”

di GESUALDO NAPOLETANO

CASERTA – Quest’oggi, lunedì 4 dicembre 2017, nella splendida cornice del Salone d’onore del Real Palazzo al Belvedere di San Leucio, si è svolta la cerimonia per la consegna delle onorificenze del CONI.

Tanti i nomi illustri premiati quest’oggi dal CONI tra cui Clemente Russo, Alessandro Gentile, Davide Tizzano, Angelo Musone.

A ricevere la palma di bronzo al merito tecnico è stata Rossella Musto. Una vita dedicata al basket prima come giocatrice con la Zinzi Caserta con cui ha raggiunto la serie A, poi con Avellino con cui ha ottenuto la promozione dalla serie B alla serie A. Giungendo anche a diverse finali nazionali giovanili.

Una volta appese le scarpette al chiodo ha cominciato ad allenare nella categoria femminile, prima Zinzi Caserta e poi le ‘Pantere’, vincendo varie finali Regionali e raggiungendo due finali Nazionali. Successivamente nella categoria maschile ha avuto esperienze da vice allenatore in serie D con Little Basket e poi da capo allenatore della Kings Caserta in Promozione.

È passata poi alle giovanili con LBL, JuveCaserta e Città di Caserta , vincendo varie finali regionali under 13 e 14, fino a raggiungere le finali Nazionali allievi con i classe ’92 della Juvecaserta. Poi si è dedicata al coordinamento tecnico del Città di Caserta di cui ora è Presidente. Ha avuto il piacere di allenare tanti/e atleti/e che hanno raggiunto addirittura la serie A sia femminile che maschile, tanti che ora militano in serie D, C e in Promozione.

“Voglio ringraziare  Mimmo De Simone e Geppino Bonacci del CONI provinciale -ha detto Rossella Musto – che hanno promosso la mia candidatura a Roma, la mia famiglia che ha saputo comprendere le mie continue assenze, mia madre che mi ha fatto conoscere il Basket quando avevo 9 anni ,perché a sua volta era stata una delle prime donne casertane a giocare sul campo esterno del Giannone, tutti coloro che mi hanno fatto da assistente nelle varie squadre, Franco Palazzino che mi ha insegnato tanto, tutti gli atleti/e che ho allenato, la mia seconda famiglia che è il Città di Caserta. E non posso che dedicare questo premio ad una persona che per anni ha condiviso la mia vita sportiva e non: Emanuela Gallicola”.