“CASERTA WELCOME” riporta la città nel ‘700: i turisti ora conoscono il Centro Storico

  di Alessandro Fedele

CASERTA – Questa mattina la città di Caserta si è svegliata e magicamente si è ritrovata nel ‘700, udendo le voci di Luigi Vanvitelli e altri personaggi illustri che a Caserta e nel mondo hanno fatto la storia.
“La macchina del tempo” di Caserta Welcome ha organizzato questa passeggiata all’insegna della cultura nei luoghi più suggestivi del centro storico casertano.
Soprattutto grazie agli attori della Compagnia Teatrale “Ali della Mente”, Caserta ha inaugurato un nuovo modo per far conoscere la città e non solo la preziosissima Reggia. Non è infatti un mistero che i turisti provenienti da ogni dove si soffermino maggiormente sulla Reggia dimenticando l’altrettanto bel centro storico.
“Caserta Welcome – Info Point” è riuscita a radunare un folto gruppo di utenti con i quali è stato effettuato questo piccolo viaggio partendo dalla loro sede in Piazza Gramsci per poi attraversare le vie cittadine, visitando la chiesa di San Sebastiano in via Mazzini, ed infine terminando il viaggio davanti alla statua dell’Architetto più famoso al mondo, Luigi Vanvitelli, nell’omonima piazza sulla quale si affaccia il Palazzo Municipale.
Gli attori hanno fatto rivivere ai turisti la storia di Caserta meglio di un qualunque libro di storia, perché con il loro emozionante racconto sicuramente hanno impresso nelle menti dei visitatori le vicende che hanno coinvolto personaggi come il Conte Acquaviva e Carlo di Borbone, ma soprattutto sempre lui, Luigi Vanvitelli, il genio che progettò un palazzo dieci volte più bello di Versailles.
Anche il Sindaco Carlo Marino si è dichiarato entusiasta di tale iniziativa e sui social raccontato ai suoi concittadini l’avventura di questa mattina, e ha appunto detto che non sarà la prima e unica avventura, diventerà, da ora in poi, la prima di una lunga serie di passeggiate in dietro nel tempo di qualche secolo. I casertani, mai esclusi dalle attività della città, dovranno partecipare anche loro a queste iniziative coinvolgenti con lo scopo di far accrescere in noi sempre di più la cultura casertana.