Cimitero di Caserta. Lite furibonda, nemmeno il morto riesce a fermare la parcheggiatrice abusiva

La donna avrebbe minacciato il titolare di un' azienda funebre nell' esercizio della sua attività

Caserta. A solo 24 ore dalla festività di Ognissanti è già caos al cimitero . Continuano ad arrivare alla nostra redazione segnalazioni riguardo l’ eterno problema dei parcheggiatori abusivi , il cui esercito sembra aver reclutato anche donne ,disposte a tutto pur di ottenere la ” gabbella” imposta.

La situazione di tensione tra parcheggiatori abusivi e cittadini ha raggiunto il culmine domenica 27 ottobre quando c’è stato un vero e proprio scontro verbale fra il gestore di un’ azienda funebre e una “signora parcheggiatrice”.

Ma procediamo con ordine : Nei giorni scorsi Il Sindaco di Caserta, Carlo Marino ,ha emesso un’ ordinanza con la quale stabiliva che i venditori ambulanti di fiori e piante ,precedentemente allocati nello spazio antistante all’ entrata principale del cimitero ,  avrebbero dovuto spostarsi per la loro attività nei pressi della sala mortuaria.

Sta di fatto che quella zona  del cimitero è praticamente sotto il controllo dei parcheggiatori abusivi. Questi dopo aver preso atto che i venditori di piante e fiori avrebbero dovuto occupare  l’ area comunale da loro invece illecitamente gestita, hanno permesso agli automobilisti di parcheggiare in seconda fila garantendo la loro protezione.

Nessuno pero’ aveva fatto i conti con il morto. Domenica mattina , infatti N.N. , titolare di un’ azienda funebre, nello svolgere il proprio lavoro e arrivato al’ ingresso della sala mortuaria, si è accorto di non potervi accedere. Di fatti, ad ostacolare l’ ingresso vi erano oltre agli stands dei fiorai  anche le automobili parcheggiate in seconda fila e abusivamente.

Da qui è nato un’ acceso dibattito fra N.N. e la  parcheggiatrice abusiva la quale secondo cio’ che ci è stato raccontato dall’ imprenditore lo avrebbe addirittura minacciato di morte.

Ma non è tutto. Secondo le segnalazioni a noi pervenute, in quella zona i parcheggiatori la riescono a far da padroni anche perchè non vi è alcuna traccia della Polizia Municipale.