Contrasto alla criminalità da parte del Comando Provinciale di Avellino

Controlli a Montoro, Conza della Campania, Forino.

Contrasto alla criminalità da parte del Comando Provinciale di Avellino

MONTORO (AV) – PRODUZIONE, TRAFFICO E DETENZIONE ILLECITA DI STUPEFACENTI: 35ENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI SU PROVVEDIMENTO DELL’A.G.
I Carabinieri della Stazione di Montoro Inferiore hanno tratto in arresto un 35enne del posto in esecuzione di un provvedimento per l’espiazione di pena detentiva emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica di Avellino per il reato continuato di Produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti o psicotrope. Successivamente alle formalità di rito l’arrestato è stato tradotto presso la sua abitazione per l’espiazione della pena di quasi otto mesi di reclusione in regime di detenzione domiciliare. Il risultato operativo è strettamente collegato alla capillare attività di controllo del territorio quotidianamente svolta, tesa a garantire sicurezza e rispetto della legalità.

CONZA DELLA CAMPANIA (AV) – TRASPORTO ILLECITO DI RIFIUTI: I CARABINIERI FORESTALI DENUNCIANO UN 40ENNE.
Intercettato e controllato a Conza della Campania un camion condotto da un 40enne che raccoglieva rottami ferrosi che sarebbero stati smaltirli illegalmente. L’attività rientra in una serie di servizi del Gruppo Carabinieri Forestale di Avellino, finalizzati all’accertamento di reati connessi alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica e, in particolare, al contrasto dello smaltimento e del trasporto illecito di rifiuti e sostanze inquinanti. Il controllo eseguito dai Carabinieri della Stazione Forestale di Lioni ha permesso di verificare che il 40enne, originario di Cerignola (FG), stava effettuando il trasporto senza essere in possesso di alcuna autorizzazione o iscrizione all’Albo Nazione Gestore Rifiuti, necessaria per effettuare la raccolta, il trasporto e lo smaltimento di rifiuti di ogni genere. Per il predetto è dunque scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. Immediatamente, al fine di interrompere l’illecita attività, i Carabinieri hanno sottoposto a sequestro sia l’autocarro utilizzato che i rifiuti ferrosi trasportati, costituiti principalmente da lamiere, bodoni, reti di recinzione e rottami vari. Sono in corso accertamenti per individuare sia il luogo dove sono stati prelevati i rottami ferrosi che i siti dove sarebbero stati poi smaltiti.

FORINO (AV) – LOTTA ALLA DROGA: GIOVANE COPPIA DENUNCIATA DAI CARABINIERI. SEQUESTRATA COCAINA, HASHISH E UNO SPINELLO.
Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale Carabinieri di Avellino, quotidianamente impegnati per garantire sicurezza e rispetto della legalità. L’attività condotta di Carabinieri in divisa, coadiuvati da colleghi in borghese e spesso eseguita unitamente ad unità cinofila, è mirata a dissuadere dall’uso di droghe. Quotidianamente vengono anche effettuati mirati servizi di osservazione sia all’esterno che all’interno delle aree scolastiche di vari istituti ubicati in provincia. In tale contesto, all’esito di specifici accertamenti, i Carabinieri della Stazione di Forino, coadiuvati dai colleghi della Stazione di Montoro Inferiore, hanno denunciato una giovane coppia di Forino, lei 22enne e lui 23enne, ritenuta responsabile di Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nello specifico, a seguito di perquisizione domiciliare i predetti venivano sorpresi in possesso di sostanze stupefacenti; precisamente, nella borsa della ragazza venivano rinvenuti circa quattro grammi di cocaina mentre il giovane veniva sorpreso in possesso di due grammi di hashish ed uno spinello confezionato con analoga sostanza che tentava vanamente di disfarsene gettandola nel camino, prontamente recuperata dagli operanti. Nel corso della perquisizione venivano altresì rinvenute e sottoposte a sequestro anche numerose bustine, verosimilmente utilizzate per il confezionamento delle dosi. Alla luce delle evidenze emerse, a carico della coppia è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino ai sensi dell’articolo 73 del D.P.R. 309/1990.