Coronavirus. Santa Maria Capua Vetere, istituito il coordinamento per fronteggiare la problematica

Il Comune: "In nessun caso bisogna recarsi di propria iniziativa al pronto soccorso"

Resta massima l’attenzione delle Istituzioni cittadine rispetto alla problematica Coronavirus e, in particolar modo, alle attività di prevenzione e comunicazione come da disposizioni del Governo centrale; a tal proposito il Sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra ha istituito un coordinamento presieduto dallo stesso e composto dall’Assessore Gabriella Gatto, dai consiglieri comunali Francesco Di Nardo ed Edda De Iasio, quest’ultima per attività di coordinamento con gli istituti scolastici cittadini, dal Comandante della Polizia Municipale e dal responsabile della Protezione Civile.

L’obiettivo è quello di intensificare ulteriormente le azioni di monitoraggio, di tenere continuo e costante il contatto con le autorità competenti sanitarie nonché con le Istituzioni sovraordinate ma anche di intraprendere iniziative volte a facilitare l’approccio dei cittadini rispetto al fenomeno; tra le prime iniziative coordinate, oltre alla realizzazione materiale informativo da divulgare in Città e negli uffici pubblici, rientra appunto l’attivazione di un call center comunale che è operativo da inizio settimana presso gli uffici dell’Ente e che, fornendo ausilio all’Asl, è dedicato esclusivamente a tutte quelle persone che, non avvertendo sintomi da Coronavirus, siano transitati nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni. Diverso il discorso per quei cittadini che, invece, avvertono sintomi: in questo caso si dovranno seguire i protocolli standard, quindi numero verde della Regione, numero verde del Ministero, numero del Dipartimento Asl o in alternativa 112 e 118. Si ricorda che in nessun caso bisogna recarsi di propria iniziativa al pronto soccorso.