Costagliola (Casa Hirta), A Caserta mentre si fa una cosa buona poi la si abbandona

Purtroppo i buoni propositi spesso si accompagnano a incuria e superficialità.

“Il Corso Trieste e piazza Dante di Caserta sono stati disseminati di fioriere in un’improbabile ipotesi di green area”. E’ quanto afferma Pasquale Costagliola di Casa Hirta che lamenta come i buoni propositi si accompagnano spesso ad incuria e superficialità. “Improbabile” – aggiunge l’esponente dell’Associazione culturale Casa Hirta di Caserta – “perché a Caserta si fa una cosa e poi la si abbandona. Sembra che il lungo respiro non appartenga alla città. Quindi fatte le fioriere, abbandonate le stesse. Ma lo sanno che i fiori vanno innaffiati tutte le mattine? O si crede che basta spendere per gli aggeggi e poi tutto in malora.

Invece i semplici cittadini a volte si sobbarcano delle incombenze pubbliche. È il caso di Giuseppe Sterle, amico di Casa Hirta, pensionato che tutte le mattine si cura le fioriere di piazza Dante, innaffiandole con spirito di abnegazione. Con la sua bici fa la spola per riempire una tannica alla fontana di via Vico…Questo mentre il Rotary pone una targa in cui afferma di prendersi cura delle aiuole …Una promessa marinaresca. Solo Peppe corre con la sua tannica……”.