Caserta. Covid-19 : picco massimo previsto per i prossimi 20 giorni

Il commissario straordinario dell' ospedale Carmine Mariano scrive ai dipendenti

Caserta. Nei prossimi giorni è previsto il Picco dei contagi da Coronavirus anche in Campania. E’ sicuramente questo il momento in cui tutti devono cercare di fare bene la propria parte . La cittadinanza, rispettando scrupolosamente tutte quelle che sono le direttive dettate dal Governo ,dalla Regione e dall’ Amministrazione Comunale , Il personale Medico e gli Infermieri continuando a svolgere l’ eccezionale e indispensabile lavoro di cura e supporto psicologico a tutti i cittadini che ne hanno bisogno.

In questi ultimi giorni ne abbiamo sentite e lette di tutti i colori , c’è stato chi ha cercato di cavalcare l’ onda per farsi, a nostro avviso, una squallida propaganda politica; qualcun altro per evidenziare la propria voglia di protagonismo; e ancora chi , giustamente , ha voluto far presente la propria preoccupazione non solo per il divulgarsi del  virus ma anche per i problemi economici che inevitabilmente hanno fatto seguito ai decreti emanati dal Governo . Non dimentichiamo che in tanti hanno perso la possibilità di andare a lavoro e al tempo stesso il salario che permetteva loro di condurre una vita” normale”.

Pur consapevoli di tutto questo  la nostra attenzione , mai come in questo momento, continua ad essere interamente concentrata sulla struttura ospedaliera di Caserta e soprattutto sul modo con il quale medici e infermieri si stanno preparando ad accogliere eventuali cittadini che ,nel momento di picco massimo di diffusione del Covid-19 ,potrebbero avere bisogno di cure.

A fare chiarezza sulla situazione attuale del Nosocomio di Caserta è stata una lettera che in queste ore il commissario straordinario dell’ Ospedale S.Anna e S.Sebastiano Carmine Mariano ha scritto e indirizzata a tutti i dipendenti

“Stiamo per entrare anche nella nostra regione e nella nostra provincia nella fase critica della diffusione del virus Covid-19. I prossimi venti giorni saranno decisivi e noi tutti siamo chiamati a fare il massimo. Dobbiamo offrire cura e speranza ai nostri concittadini, oltre ogni dovere contrattuale.

 Capisco le vostre preoccupazioni e le vostre paure. Io stesso ho paura. Ma dobbiamo vincere i timori  e sconfiggere il virus per continuare a vivere. Dobbiamo farlo anche per i nostri figli, le nostre famiglie e i nostri amici. In questi giorni abbiamo, avete fatto un lavoro eccezionale, trasformando parte del nostro ospedale in un presidio Covid-19 ad altissima densità’ di cura, con 18 letti di terapia intensiva, 9 posti in pneumologia, 9 posti di malattie infettive e da mercoledì’ prossimo altri 9 posti di medicina Covid dedicati, oltre alle fondamentali stanze di isolamento del Pronto soccorso.

Nel laboratorio dell’azienda ospedaliera si praticano oltre cento tamponi al giorno. In questi giorni è in corso la realizzazione, con la Regione Campania, di una struttura modulare prefabbricata per altri 24 posti di terapia intensiva”. “Non ho parole per motivarvi più’ di quanto già’ non facciano le notizie e le immagini drammatiche trasmesse ogni istante da tutti i canali di comunicazione. Grazie per quanto state facendo e farete”.