Crisi rifiuti, Città di Idee e Maddaloni Positiva: “De Filippo dia un segnale di novità, sostituisca Liccardo e Cerreto”

 

“De Filippo ha sempre dichiarato che chi vince governa e, ovviamente, decide anche come governare. E’ strumentale e provocatorio chiedere soluzioni all’opposizione ora che c’è il problema. Il Sindaco è ad un bivio: o continua a decidere senza contraddittorio, come è abituato, o da un segnale che rappresenti la vera volontà di cambiamento, revochi Salvatore Liccardo da Assessore e Arturo Cerreto da funzionario del settore. Se cosi non dovesse essere, inutile che cerca collaborazione, noi continueremo per la nostra strada nella battaglia di trasparenza e legalità”. Inizia cosi la nota congiunta di Città di Idee e Maddaloni Positiva, divulgata da Peppe Razzano. “Invitiamo le forza politiche della città, senza distinzione di coalizione, a condividere la nostra proposta. Non si può accettare che Maddaloni paga 302€ a tonnellata quando Caserta paga 170€, Santa Maria a Vico 180€, Arienzo 185€ e San Felice a Cancello 220€. Basta proclami, occorrono i fatti. Il Sindaco sa bene che noi non siamo quelli del no a prescindere, noi siamo per gli impianti e per tutto ciò che porti vantaggi e risparmi ai cittadini maddalonesi. De Filippo non perda altro tempo”.