De Luca ottiene l’esercito su Castel Volturno

In provincia di Caserta a Castel Volturno i casi positivi aumentano di giorno in giorno. Circa 10 sono i decessi, più i numerosi casi di positività al Covid 19. La situazione, come si vede, è particolarmente ostica, ma a renderla ancora più difficile è il numero degli immigrati che vivono nella zona, i quali sono soggetti più difficili da controllare anche perchè non se ne conoscono precisamente le cifre, sappiamo solo che superano i 20.000.

L’intervento dell’esercito è necessario per controllare gli spostamenti dei cittadini e soprattutto dei migliaia di immigrati, suddetti, non regolari che sfuggono a qualsiasi controllo, persone che lavorano spesso senza contratto nei campi o nei cantieri edili, e che in questi giorni sono fermi per l’emergenza sanitaria. Gli stessi tra l’altro si trovano anche nella situazione critica di non avere risorse per vivere ed è per questo che molti sono stati raggruppati da associazioni come quelle facenti capo alla Caritas, sia per tenerli sottocchio sia per dargli cibo e riparo.

Intanto il provvedimento necessario del Presidente della regione De Luca, il quale, ha ottenuto contingenti militari per riassestare la situazione. Si dispone quindi l’intervento dell’esercito su Castel Volturno, Napoli ed i comuni dell’avellinese. Vengono cosi esaudite le richieste del sindaco della città Luigi Petrella che in questi giorni dichiarava: “L’esercito è necessario. Spero che Governo e Regione se ne rendano conto se vogliono evitare il collasso di tutto il sistema“.