Decreto Sicurezza secondo G. Alviti (McM): “É bene precisare che nel Decreto Sicurezza non c’é un solo articolo che riguardi la categoria delle Guardie particolari Giurate.”

a cura di Giovanni Luberto

 

Dopo tanto scalpore sui media per un riscontro positivo in termini di rinnovamenti anche nella tutela della categoria categoria GpG, in questi giorni sarebbe finalmente arrivato il tanto atteso Decreto Sicurezza firmato il Ministro M. Salvini. Sorpresa amara, però, contrariamente a quanto si sarebbe tanto vociferato da diverse fonti e da più tempo, tutti questi cambiamenti non sarebbero nemmeno stati considerati realmente. A dirla tutta, si tratterebbe di tutele più generalizzate che categorizzate. Il tutto suscita l’ira del Presidente delle GpG, Giuseppe Alviti che in un comunicato, tuona così:

“É bene precisare che nel Decreto Sicurezza non c’é un solo articolo – dico uno solo – che riguardi la categoria delle Guardie particolari Giurate.  É giusto dare una corretta informazione anche su Salvini, come i suoi predecessori, se ne fottono altamente delle Gpg.
La normativa vigente in materia rimane invariata. La categoria deve rendersi conto che per cambiare qualcosa a favore dei lavoratori deve scendere in piazza manifestando democraticamente e bloccando l’intero sistema. Solo così potremo far valere le nostre ragioni, ma fin quando un esercito di pecore spera che solo un leone possa cambiare le sorti, allora tutto l’intero settore rimarrà a brucare l’erba.”