ELEZIONI FORENSI AL TRIBUNALE DI NAPOLI NORD PER IL CONSIGLIO DELL’ORDINE

 

Non si è fatto in tempo a “digerire” l’elezione del Presidente della  provincia a Caserta, con l’inaspettata sconfitta del favorito, Carlo Marino, che un’altra tornata elettorale si sta svolgendo presso il Tribunale di Aversa, meglio conosciuto come Tribunale di Napoli Nord, dopo quattro anni dall’istituzione del nuovo complesso giudiziario – ubicato nel Castello Aragonese di Aversa – con una competenza di giurisdizione su 40 comuni tra le province di Caserta e Napoli, l’avvocatura potrà eleggere finalmente il presidente del locale Consiglio dell’Ordine forense.

Le votazioni si sono tenute nei giorni  dal 12 al 14 ottobre presente, una lista scesa in campo con il candidato presidente, il penalista Alfonso Quarto, già vicepresidente nazionale dell’Associazione Italiana Giovani Avvocati (Aiga), a lungo componente del Consiglio dell’Ordine di Santa Maria Capua Vetere e già presidente dell’Aiga sammaritana .

Il penalista Quarto corre con la lista Avvocatura Futura già partecipe e vittoriosa alle ultime elezioni per i delegati al Congresso Nazionale insieme ai colleghi RaffaeleBoccagna, Annunziata Caterino, Angela Coronella, Nicola di Foggia, Luciano Pennacchio, Annamaria Maisto, Francesco Palumbo, Lucia Pavone, Angelo Perrino, Flora Pirozzi, Giovanni Sibilio, Antonio Copersino e Daniela Tuccillo.

Una lista che si presenta ai colleghi col preciso intento di superare inutili e dannose contrapposizioni territoriali e di rappresentare in maniera unitaria gli Avvocati dell’intero Circondario di Napoli Nord.

Presente anche la lista di “Rinnovamento Forense” con  l’avv. Pasquale Fedele che nel suo discorso ha esternato, facendosi portavoce, i sentimenti dei presenti e dei candidati della lista.

Queste le sue dichiarazioni ” Il nostro progetto è totalmente innovativo, si contrappone a quello di altre liste, espressioni della vecchia politica, i candidati presidenti delle compagini conservative, avv. Gianfranco Mallardo e avv. Alfonso Quarto, sostengono di non essere riusciti a risolvere le criticità e formulano e propongono un elenco di doglianze, di carenze oggettive delle strutture giudiziarie, e dall’azione e degli ordini di Napoli e S. Maria C.V., ove essi hanno  operato. Diverso, propositivo e fattivo, il progetto di Rinnovamento Forense, che si impegna ad affrontare le criticità e a trovare soluzioni. Per noi parlano i fatti, in nove anni abbiamo sempre raggiunto e superato tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Il Tribunale di Napoli Nord ad Aversa, lo abbiamo voluto con le nostre forze e ne è la migliore testimonianza”.

Le votazioni si sono concluse alle ore 13.00 di quest’oggi vi aggiorneremo sui risultati finali.