Esclusiva. Via Cancello prepara le barricate

I cittadini di via Cancello, e non solo loro, sono ormai stufi di attendere il procrastinarsi di una situazione ormai insostenibile. Da quando il 15 febbraio la Procura ha chiuso il cosiddetto Ponte Vapore, i residenti della zona sono isolati. Per raggiungere Maddaloni devono fare dei giri immensi; le poche attività commerciali in quel tratto rischiano la chiusura. Anche in città questa chiusura ha generato non pochi problemi, aumentando il traffico su una statale già di per sé trafficata e, ad effetto domino, ostruendo anche l’interno di Maddaloni negli orari di punta. Non poche furono le lamentele dei cittadini anche di altri comuni limitrofi che, per lavoro, erano costretti a percorrere quel tratto. Questo per circa tre settimane, poi, complice il coronavirus, tutto è stato messo a tacere, o quasi. Il 10 marzo la Sovrintendenza annunciava che nel giro di una settimana sarebbero iniziati i lavori di abbattimento e ricostruzione. Siamo a giugno e nulla si vede all’orizzonte.

Per cui i cittadini di via Cancello annunciano oggi che a breve organizzeranno una manifestazione di protesta. La data non è stata ancora stabilita. Quello che è certo è che si prevede una paralisi totale del traffico veicolare della zona. Sarà infatti interdetto l’accesso alla SS 265 bloccando la nuova rotatoria di via Ficucella e sarà bloccato il tratto che conduce da via Ficucella all’Interporto, a via Cancello e via Calabricito, ostruendo il passaggio proprio sul senso rotatorio dell’ Interporto.

La tensione è alle stelle, come si può ben comprendere. Vi aggiorneremo sugli sviluppi.