EUROPEE. Zingaretti chiede scusa ai casalesi e apre la campagna elettorale in provincia di Caserta

Si è aperta ufficialmente ieri, lunedì 29 aprile, in provincia di Caserta, la campagna elettorale del Partito Democratico per le elezioni europee 2019. Il segretario nazionale dei Dem, Nicola Zingaretti, ha fatto tappa in quel di Casal di Principe ed è stato accolto nella gremitissima sala consiliare del Municipio.

Presenti all’incontro il magistrato Franco Roberti, candidato del PD per le europee e capolista nella circoscrizione Italia Meridionale, l’europarlamentare uscente Pina Picierno, i Consiglieri regionali Stefano Graziano e Gennaro Oliviero, il segretario regionale del PD Leo Annunziata, l’On. Massimiliano Manfredini (deputato PD nella XVII legislatura), l’On. Andrea Cozzolino (dal 2009 deputato europeo del PD), il presidente provinciale del PD di Caserta Camilla Sgambato, il sindaco di Casal di Principe Renato Franco Natale.

Non sono voluti mancare all’appuntamento anche i candidati sindaci alle amministrative 2019, Luca Branco (Capua) e Alfonso Golia (Aversa), entrambi sostenuti dal Partito Democratico. Assente invece, per motivi personali, l’On. Nicola Caputo, anch’egli candidato alle europee del 26 maggio.

La motivazione principale che ha spinto Nicola Zingaretti ad aprire la campagna elettorale a Casal di Principe, è stata innanzitutto quella di omaggiare i casalesi, che qualche settimana fa sono stati letteralmente offesi dalle dichiarazioni del deputato PD Walter Verini, il quale aveva affermato, dopo il terremoto giudiziario per l’inchiesta sulla sanità in Umbria: “Qui non siamo a Casal di Principe”.

Una battutaccia incauta e fuori luogo, quella di Verini, dalla quale il segretario dei Dem ha preso le distanze e con lui tutto il PD. Non è mancata occasione poi, durante l’intervento, di sferrare una stoccata al Governo giallo-verde, in merito al rapporto debito-Pil che nei prossimi mesi metterà in ginocchio l’intera nazione.

Presente all’incontro di ieri anche il segretario provinciale del Partito Democratico di Terra di Lavoro, l’ex sindaco di San Tammaro, Emiddio Cimmino, il quale ha prospettato al segretario Nicola Zingaretti una questione molto importante di cui nessuno fino ad ora ne ha parlato. Ci riferiamo alla nuova pace fiscale, fortemente voluta da Lega e 5 Stelle, che secondo Cimmino “porterà molti Comuni in grande sofferenza”, dato che i crediti sotto i 1000 euro ce li rimetteranno gli Enti comunali che a questo punto si ritroveranno in difficoltà nel chiudere i bilanci.