Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

EVENTI NATALIZI ALLA REGGIA DI CASERTA: DOMANI SPETTACOLO DA NON PERDERE DEL CORO POLIFONICO “ARS NOVA”.

di GESUALDO NAPOLETANO

CASERTA. Alla Reggia di Caserta continuano gli eventi natalizi 2016. Nei giorni 27 dicembre e 3 gennaio 2017 sono previste aperture straordinarie per i numerosi turisti che vorranno accorrere all’ombra di uno scenario che ha pochi eguali nel palcoscenico nazionale e oserei giustamente dire anche in quello mondiale. Domani alle ore 16:30, nella Cappella Palatina, andrà in scena uno spettacolo assolutamente da non perdere, messo in scena dallo straordinario coro polifonico “Ars Nova” diretto dal maestro Romeo Saudella. Il  Coro “Ars Nova” a quattro voci miste  nasce nel lontano 1989, fortemente voluto dal suo Maestro Romeo Saudella che lo dirige ancora oggi con passione e profonda dedizione e sin dai suoi inizi svolge un’intensa attività concertistica. Nel tempo, il Coro ha subito diverse vicissitudini e trasformazioni. Spesso i suoi componenti sono cambiati , molti se ne sono allontanati , molti altri hanno chiesto di entrare a farne parte. Qualcuno lo ha definito un’ “Araba Fenice”, perché, nonostante le difficoltà che si sono presentate negli anni, il Coro ha sempre ritrovato l’energia e la volontà di ricostituirsi e continuare il cammino intrapreso  sotto la guida del suo infaticabile Maestro. I brani di musica sacra costituiscono una parte preponderante di questo magnifico coro (si pensi alle composizioni liturgico-religiose di Mozart o di Rossini o di Perosi) che però ama anche sperimentare ogni  genere musicale. E’ di quest’anno il bellissimo concerto di brani tratti dalla tradizione classica napoletana, dal titolo Fantanapoli , in cui hanno interpretato, commuovendosi e commuovendo, canzoni stupende come Reginella, Monasterio ‘e Santa Chiara e tante altre, in un crescendo di emozioni canore e musicali. Non è possibile essere quindi assenti ad un momento culturale come questo di musica sacra, profana, napoletana e gospel.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale