FalcianoTeatro 2024, un suggestivo racconto per dare il via alla terza edizione: apre la rassegna Debora Caprioglio in scena il 6 luglio con lo spettacolo “Non fui Gentile, fui Gentileschi”

Falciano del Massico. Un successo di pubblico e di performance l’anteprima di “Un’Estate a Teatro”, nell’ambito della rassegna “FalcianoTeatro ”,  che ha visto brillare, onorati di danzare per Falciano, in uno spazio artistico loro riservato, con “l’Opera in Danza”, gli allievi della Scuola di Danza Accademico Professionale “Il Sipario”.
Si preannuncia dopo il riscontro offerto dalla kermesse nella sua serata di anteprima, mercoledì 3 luglio, un evento che potrà solo riconfermare il primato delle iniziative culturali messe in campo dall’Amministrazione Comunale in quella che è la perla dell’Ager Falernus.
Organizzata dal Comune di Falciano del Massico (CE) – Assessorato alla Cultura, la manifestazione, giunta alla terza edizione, in programma dal 3 luglio al 27 settembre, vi dà nuovamente appuntamento in piazza Capuano per assistere, sabato 6 luglio alle ore 21, al primo degli spettacoli in cartellone: “Non fui Gentile, fui Gentileschi” con Debora Caprioglio.

La rassegna si apre con la qualità della narrazione teatrale riguardante Artemisia, il suo studio di pittura, nella Roma del Seicento. Un suggestivo racconto della vita di una delle più grandi artiste italiane, distintasi per l’originalità delle doti e la lotta contro il sistema. In un mondo governato da uomini, Artemisia si distingue per la tipicità della sua femminilità.
Falciano, pertanto, accoglie la Caprioglio tra le più qualificate attrici del panorama teatrale e cinematografico.


Siamo orgogliosi di aver allestito un cartellone teatrale tra i migliori della Campania, riferisce il Direttore artistico, per lo spirito che lo anima e per la volontà di offrire alle comunità locali il Teatro in un contesto di difficile fruizione. Quest’anno potenzieremo il discorso dell’ identità attraverso lavori capaci di suscitare positive emozioni e formazione.
Il teatro come efficace opportunità per crescere come comunità e come percorso personale di crescita”.