Festa della Beata Vergine Addolorata a Casolla

Un ricco programma di percorso spirituale per fratelli e fedeli

L’Arciconfraternita Maria SS. Addolorata di Casolla ha organizzato di concerto con l’arcipretura di San Lorenzo la Festa della Beata Vergine Addolorata. Il parroco don Nicola Lombardi nella sua lettera ai fedeli annuncia l’inizio del nuovo anno pastorale 2019-2020 all’insegna dell’umiltà e dell’unità che si inserisce nell’anno interparrocchiale (2018 – 8 dicembre 2019).

Il programma liturgico ha inizio giovedì 12 settembre, giorno del Ss.mo Nome di Maria, con la Giornata Eucaristica dedicata ed animata da tutti gli operatori pastorali delle comunità parrocchiali di Casolla, del Mezzano, di Piedimonte di Casolla e di Staturano. Il giorno dopo, venerdì 13, Giornata Eucaristica animata dalle associazioni “Apostolato della preghiera” e “Rosario perpetuo”, associazioni tra le più antiche della diocesi di Caserta. Sabato 14 vi sarà l’Esaltazione della Croce e la Giornata Eucaristica sarà dedicata alla scuola, cioè ad alunni, docenti e genitori. Domenica 15 vi sarà la vera e propria Festa della Vergine Maria Addolorata. La Giornata Eucaristica, con inizio alle ore 18, sarà animata dalla Confraternita e dai genitori i cui figli sono volati in cielo. Dopo la celebrazione della Messa vi sarà la solenne processione dell’Addolorata dalla chiesa di San Lorenzo alla chiesa dell’Arciconfraternita. La processione avrà il seguente itinerario: Via Montanara, Via delle Pietre, Via Duca Catemario, Piazza M. Ricca (in loco detta Cancello), Via Croce, Piazza Croce e Via Montanara.

Il parroco don Nicola Lombardi, nel sottolineare la venerazione dell’Addolorata da parte di tutti i fedeli di Casolla e dintorni, chiede la sua protezione per il nuovo anno pastorale.

Il priore dell’Arciconfraternita, Luigi Gazzillo, è particolarmente emozionato per questi particolari giorni in cui tutti i fratelli della confraternita sono impegnati a partecipare oltre a quelle dianzi indicate anche ad altre attività spirituali. È da evidenziare che l’Arciconfraternita Maria SS. Addolorata ha in calendario varie altre iniziative, sia indirizzate a praticare la carità per tutte le persone bisognose e sia ad incrementare sempre più la partecipazione alle funzioni religiose. Infatti, il priore Luigi Gazzillo, unitamente al seggio priorale ed a tutti i fratelli possono essere ben contenti e fieri di quanto stanno facendo da più di dieci anni, in quanto la confraternita è in continua crescita.