Fsc della Campania bloccati: il governo del braccino corto con il sud continua a dire no.

Ancora bloccati i Fondi di sviluppo e coesione della Campania. Fitto: "Altre verifiche".

Purtroppo il governo continua a penalizzare la Regione Campania, ancora negati i  Fsc (Fondi di sviluppo e coesione) che inizialmente dovevano ammontare a 5,1 miliardi di euro, ridotti immotivatamente a 4,1, come comunicato il 4 luglio 2024 dall’Autorità di gestione.

Ma ciò non è bastato.  Il 5 luglio Fitto comunica che è necessaria un’ulteriore verifica sui programmi presentati dalla Regione.

“Noi abbiamo recepito tutte le loro richieste e adesso ci dicono che bisogna rifare il confronto sui cambiamenti chiesti dal ministero? La mia risposta è stata che non abbiamo fatto una nuova proposta, ma abbiamo solo risposto alle richieste del ministero stesso e che la nuova verifica è erronea e immotivata. E così siamo ad oggi, dopo un anno. Qualcuno ci consiglia di fare un dialogo, voi che fareste al posto mio?” – afferma il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca.

Il governatore ricorda alcuni dei tanti progetti per i quali sono necessari i fondi tenuti BLOCCATI dal governo: 50 milioni necessari per concludere i lavori allo stadio Collana, 20 milioni per l’ampliamento del Palazzo Donnaregina che ospita il Museo Madre, 47 milioni per l’estensione della metropolitana di Napoli fino all’aeroporto di Capodichino, 73 milioni per l’impermealizzazione della Galleria Poggioreale e la nuova stazione, 10 milioni per la sistemazione esterna della stazione al Centro Direzionale, 200 milioni per la riqualificazione di Napoli Est e il Parco dell’area, 12 milioni per il nuovo ospedale pediatrico Santobono, 20 milioni per la riqualificazione dell’Azienda ospedaliera dei Colli, 83 milioni per consolidamento e restauro dell’ospedale degli Incurabili, 50 milioni per la ristrutturazione dell’ospedale Cardarelli, 3 milioni per il polo socio-sanitario di Ponticelli nell’ex cinema Rivoli.

Cosa ci sia da verificare, davvero è difficile capirlo!