HASHISH E GUIDA IN STATO D’EBBREZZA, NEI GUAI UN 30ENNE, DI SAN TAMMARO E UN 25ENNE, DI CASORIA

di DANIELE PALAZZO

SAN TAMMARO-Per motivi decisamente diversi, di certo non rosei i “Passaggi”, in terra molisana, per due cittadini della vicina Campania, un 30enne, di San Tammaro(Caserta), e un 25enne di Casoria(Napoli).

Entrambi, incappati in un’operazione di controllo del territorio, posta in essere dai Carabinieri della Stazione di Sesto Campano, sono finiti denunciati alla competente Autorità Giudiziaria.

Il 30enne, è stato intercettato, ad opera dei Carabinieri della Stazione di Sesto Campano, mentre, a bordo della propria autovettura, percorreva strade di campagna del piccolo, ma caratteristico centro molisano. I Carabinieri della provincia “pentra”, che lo hanno bloccato e controllato, avevano compreso subito che in quell’autovettura e nel suo pilota, qualcosa non quadrava.

Ne avranno la certezza subito dopo, vale a dire appena ultimate le perquisizioni di prassi, sia personale, sul 30enne campano, che sulla sua macchina, a seguito delle quali sono salti fuori alcuni involucri di piccole dimensioni, contenti hashish.

Solo tre mosse, ora, all’inevitabile epilogo della vicenda: sequestro di tutto stupefacente rinvenuto; sequestro anche dell’utilitaria nella quale era celato; deferimento in Procura il pusher del centro ad un tiro di schioppo da Capua.

IL 25enne di Casoria, invece, segnalato per guida in stato di ubriachezza. Il soggetto in questione ha avuto il bel po’ di benservito a motivo che, in groppa alla sua potente moto e con un tasso alcoolemico di molto superiore al norma, transitava lungo la Statale 87, “Venafrana”, quasi al confine territoriale tra la regione Molise e la parte alta del comprensorio di Terra di Lavoro, costituendo un serio pericolo per tutti i guidatori al passaggio .