Il Comune di Casagiove pattumiera del Comune di San Prisco : la denuncia del sindacalista Elpidio Martucci

di GIOVANNA PAOLINO

E’ guerra tra il Comune di San Prisco ed il Comune di Casagiove per il deposito e per la raccolta dei rifiuti.

Questi i fatti.

Al Comune di San Prisco e’ momentaneamente sospesa la raccolta dell’umido.

Ebbene, secondo una segnalazione che e’ prevenuta alla nostra redazione,  vi sarebbe un ristorante – rosticceria di San Prisco che, proprio per la ragione sopra indicata, andrebbe a buttare l’umido rifiuto della sua attivita’ proprio a Casagiove .

Una accusa grave  a noi pervenuta dagli operatori ambientali del Comune di Casagiove.

Secondo quanto ci e’ stato riferito il ristorante -rosticceria  incriminato  di San Prisco  non solo andrebbe a buttare l’umido in mezzo alle strade di Casagiove  ma lo posizionerebbe proprio in mezzo alla  carreggiata.

” La persona che sta agendo in questo modo – dice Elpidio Martucci  rappresentante Fit Cisl a Casagiove – non ha onore, ne’ dignita’ ne’ senso civico. Con il suo comportamento mette a rischio la vita dei passanti . Puo’ accadere che qualcuno vada a finire contro quei sacchetti provocando in tal modo un incidente automobilistico pericoloso per la incolumita’ pubblica”.

Ormai, dunque,  il Comune di Casagiove è diventato la pattumiera del Comune di San Prisco.

“Stamani –  continua Elpidio Martucci – abbiamo dovuto togliere in  via XXV  Aprile  ben cinque sacconi che stavano in mezzo alla strada e provenivano dal Comune di San Prisco”.

E conclude : ” Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino.Se lo prendiamo, ne vedremo delle belle”.

Come dire : uomo avvisato e’ mezzo salvato.