Il consigliere comunale Russo Spena denuncia lo stato di degrado fuori la materna di via Milano ed in Via Palermo, via Genova, via Cosenza, via Venezia

Già nel recente passato il consigliere d'opposizione Russo Spena ha denunciato l'incuria in cui versavano le strade oggetto dell'intervento.

Via Palermo, via Genova, via Cosenza e via Venezia “…. Versano in uno stato di degrado totale, con rifiuti di ogni genere sparsi un po’ ovunque, per non parlare dell’erba presente lungo il ciglio del marciapiede che è talmente alta quasi da impedire l’uscita delle automobili in sosta. Dette strade diventano particolarmente affollate, con moltissime auto in sosta, in concomitanza dell’uscita delle scolaresche dei plessi di Viale Europa e Viale Italia e riesce difficile accedere ai marciapiedi e per tale le persone sono costrette a camminare lungo la sede stradale con un ulteriore intralcio al traffico”.

Per detti motivi, il Consigliere comunale Vincenzo Russo Spena in data 6 maggio 2019 ha presentato un’istanza al Sindaco Vito Marotta ed al Dirigente dell’Ufficio Tecnico, arch. Giulio Biondi, (prot. nr. 10369) con la quale “….. chiede un intervento radicale di pulizia e taglio dell’erba al fine di ridare il giusto decoro alla zona e per poter accedere ed usufruire dei marciapiedi presenti…”.

Sempre in data 6 maggio 2019, il medesimo consigliere d’opposizione, compulsato da numerosi cittadini che portano i bambini alla Scuola Materna di Via Milano, facente capo all’Istituto Comprensivo Capol. D.D. San Nicola, ha presentato un analoga istanza (prot. nr. 10367) con la quale oltre a sottolineare lo stato di degrado totale in cui versa il Piazzale della scuola materna, ha altresì documentato con alcune foto allegate all’istanza che “….Questa incuria, oltre a ledere il decoro del predetto Istituto, sta divenendo l’abitat ideale per animali vari, tale da incidere fortemente sulla sicurezza della scolaresca. Si chiede un intervento radicale di pulizia e taglio dell’erba, al fine di restituire il Piazzale, le giostrine e la sicurezza dei piccoli alunni…..”.