IL DR. FORLEO PRIMARIO AVERSANO OMETTE DI PRECISARE DELLE RISULTANZE COME CTU MEDICO

CASERTA/AVERSA – Abbiamo incontrato la famiglia Cicchella, in particolare il padre Enzo Cicchella al quale abbiamo fatto una breve intervista su un episodio in particolare su una serie di esami medici riguardanti il proprio figlio. Il sig. Cicchella quale ci ha riferito di alcuni episodi avvenuti e concernenti il loro figlio disabile a ‘causa’ di omesse segnalazioni  del dottor Francesco Forleo nel mentre nasceva il bambino che attualmente si trova sulla sedia a rotelle.

Sulla questione è stata fatta anche una causa, nelle risultanze della CTU medico-legale contro appunto l’Ospedale di Caserta, l’ASL CE1  è EMERSO uno scenario sconcertante ossia , il dott. Forleo primario aversano nella predetta causa,nominato come consulente CTU medico non ha all’interno della predetta CTU evidenziato il perchè di alcune mancanze tra cui l’omissione e/o la mancanza del tracciato topocardiografico, esame di rilevanza e di una certa importanza in sala parto. Dopo l’accaduto l’intera famiglia Cicchella si ritrova comunque una serie di difficoltà dovute dall’avere un bambino disabile, con tutti gli annessi e connessi di un’ esistenza quanto meno problematica, in primis per il loro figlio ma che si va a ripercuotere inevitabilmente nella loro sfera familiare.

Il fatto sarebbe accaduto all’incirca 3 anni fa nell’ anno 2016, e la vicenda sta andando avanti nelle sedi giudiziare e probabilmente proseguirà ancora.

Belvedere News vi continuerà ad aggiornare sulla vicenda e su quello che accade nella provincia di Caserta.