Il Gay Pride arriva a Sorrento, il 14 settembre la prima storica parata per i diritti Lgbt

Dopo la tappa di Pompei del 2018, il corteo sfilerà con il fine di favorire l’inclusione sociale e i diritti delle persone Lgbt e di promuovere il turismo omosessuale in penisola sorrentina. “Vogliamo subito dare forma a questo storico evento”, spiegano gli organizzatori, che hanno fissato per venerdì 22 febbraio, alle ore 17, nella sede della CGIL di Sorrento, una prima assemblea pubblica, per definire il percorso verso il Sorrento Pride 2019.

SORRENTO – Il Gay Pride arriva a Sorrento. Il 14 settembre 2019 si terrà, infatti, la prima storica parata per i diritti Lgbtq. Ad organizzare la manifestazione di orgoglio per le proprie scelte e il proprio orientamento sessuale, il collettivo “Buonvento tra le costiere” e l’Associazione “Pride-Vesuvio Rainbow”.

Dopo la tappa di Pompei del 2018, il corteo sfilerà con il fine di favorire l’inclusione sociale e i diritti delle persone Lgbt e di promuovere il turismo omosessuale in penisola sorrentina. “Vogliamo subito dare forma a questo storico evento”, spiegano gli organizzatori, che hanno fissato per venerdì 22 febbraio, alle ore 17, nella sede della CGIL di Sorrento, una prima assemblea pubblica, per definire il percorso verso il Sorrento Pride 2019.

“Proveremo” – aggiungono gli organizzatori – “a costruire, da questo primo momento pubblico, un percorso ampio insieme alle associazioni LGBT locali e nazionali, ai sindacati, alle associazioni del territorio e alle Amministrazioni locali, ma soprattutto cercheremo di coinvolgere la cittadinanza tutta su temi cruciali per il futuro del Paese”. La manifestazione è inserita all’interno dell’Onda Pride nazionale, che in Campania avrà le sue tappe a partire dal consueto appuntamento con il Mediterranean Pride of Naples.