Il gruppo “Casagiove nel Cuore” lavora ai fianchi la maggioranza del sindaco Corsale

L’attività di vigilanza del Gruppo consiliare del gruppo “Casagiove nel Cuore” non si ferma mai. Continue sono le segnalazioni su cosa non va a Casagiove, ma, oltre a ciò, conta anche ad espandersi numericamente e vuole aumentare il numero dei consiglieri comunali attualmente all’interno dell’Assise cittadina.

L’attività di vigilanza del Gruppo consiliare del gruppo “Casagiove nel Cuore” non si ferma mai. Continue sono le segnalazioni su cosa non va a Casagiove, ma, oltre a ciò, conta anche ad espandersi numericamente e vuole aumentare il numero dei consiglieri comunali attualmente all’interno dell’Assise cittadina. Il gruppo “Casagiove nel Cuore”, nel rispetto del ruolo e delle funzioni che per legge competono all’opposizione, porta avanti tutte le iniziative di controllo e vigilanza degli atti amministrativi.

In maniera puntuale, precisa e seria verificheremo la legittimità e soprattutto la trasparenza delle scelte di questa amministrazione che ha già dimostrato di avere qualche problema quando occorre garantire il rispetto delle regole. Allo stesso tempo, però, sta avviando contatti con tutti gli altri consiglieri di maggioranza per favorire processi di partecipazione e condivisione comune. Attualmente il gruppo è composto da diversi consiglieri.

Il capogruppo è Ferdinando Illiani, che vive a Casagiove da più di vent’anni. Al suo fianco due donne, consigliere brave e preparate, Rosa Russo e Marianna Barattini, che in questa consiliatura – prima del ribaltone targato Corsale, Melone e Russo – è stata presidente del Consiglio Comunale. A completare la squadra, Danilo D’Angelo, ex assessore all’urbanistica e candidato più votato nelle amministrative del 2016.

Tuttavia, secondo indiscrezioni di dentro, Ferdinando Illiani sarebbe in contatto con Giuseppe Ianniello che, dopo la pausa estiva, potrebbe decidere di passare con “Casagiove nel Cuore”. Un’altra seria indiscrezione riguarderebbe Maio Melone, attuale assessore ai LL.PP., secondo la quale potrebbe decidere di dichiararsi “Indipendente” e crearsi uno spazio autonomo all’interno della maggioranza del sindaco Roberto Corsale.