Il M24A di Pino Aprile parte da Scampia.

Appuntamento domani 13 ottobre 2019 a Cosenza per la conferma e l’ufficializzazione del soggetto politico identitario.

I fondatori del movimento M24A a Scampia

 

Il M24A di Pino Aprile parte da Scampia.

Appuntamento domani 13 ottobre 2019 a Cosenza per la conferma e l’ufficializzazione del soggetto politico identitario.

C’è anche uno dei maggiori dirigenti CDS tra i firmatari del nuovo soggetto politico identitario conosciuto con la sigla M24A, il responsabile per Cosenza e provincia dei Comitati Due Sicilie, Gianfranco Rogato, firma apposta come fondatore del movimento voluto fortemente da Pino Aprile.

Ci auguriamo altre adesioni da parte dei tanti duosiciliani che erano in attesa da oltre vent’anni di un serio progetto politico a tutela e difesa dei nostri territori.

Un piccolo inciso, da parte mia è la speranza che nessuno calpesterà i sogni di questi nostri amici, sarebbe oltremodo diabolico.

Il 10 ottobre 2019 a Scampia, luogo simbolico di una rinata resistenza sociale e culturale del sud, è nato il Movimento24Agosto, che non è solo un nuovo soggetto politico ma è tra l’altro la speranza di un intero popolo, che lotta per un mondo migliore non solo a sud di Roma.

Abbiamo sentito direttamente da Aprile, a Caserta, in occasione del raduno CDS, le motivazioni di questa sua scelta di campo, il timore di una tracimazione del voto da parte di Salvini, nel caso si fosse tornati alle urne, ha allertato non solo lui ma un poco tutto il mondo meridionalista in special modo chi è vicino a Aprile, non solo come sudista ma anche inserendosi in una più ampia visione ideologica della politica.

In una nota di alcuni sostenitori del progetto si legge : “ Il motivo della nascita sta nel fallimento di tutti i partiti politici nell’attuazione della Costituzione della Repubblica Italiana. Il fallimento delle politiche di Equità, del riconoscimento di Diritti verso e soprattutto nei confronti del SUD.”

Un Sud che ha come concausa-effetto del suo ritardo e della sua emarginazione, la presenza di tanta, tantissima, troppa disoccupazione. Questo territorio che però, va sottolineato, non ha mai avuto dallo Stato italiano lo stesso trattamento in termini di infrastrutture, servizi pubblici e investimenti rispetto al Nord.

“Tutti i partiti, prosegue la nota, vecchi e recenti, uniti in quello che è il Partito del Nord, hanno pensato solo ad un’area territoriale dell’Italia, infischiandosene del Sud. E’ arrivato il momento di firmare e di avviare una azione Politica per ripristinare l’Equità nello Stato italiano, per la rinascita del Sud e per dare un nuovo Futuro alle popolazioni del Meridione.”

A firmare il patto d’onore appunto a Scampia, 33 Uomini e Donne uniti per il riscatto del Mezzogiorno.

I fondatori sono certi che si aggiungeranno migliaia e migliaia di sostenitori e attivisti per realizzare il grande progetto di riscossa del Sud.

Gli amici meridionalisti che si sono uniti attorno a Pino Aprile che è il leader alla testa del nuovo soggetto politico, appunto Movimento 24 Agosto, si danno appuntamento domani 13 ottobre 2019 a Cosenza per la conferma e l’ufficializzazione del soggetto politico identitario.