Ilenia lascia l’Arma dei Carabinieri e diventa suora

La 26enne originaria del frusinate dopo alcuni anni nell'Arma dei Carabinieri sente la voce di Dio e diventa novizia nelle Missionarie della Divina Rivelazione.

La storia di Ilenia Siciliani, giovane 26enne originaria del frusinate, ha commosso molte persone: da giovane Carabiniere in servizio a Caltanissetta oramai da due anni, dopo un pellegrinaggio sente la voce della vocazione e decide di lasciare l’Arma dei Carabinieri e di intraprendere la strada che la porterà, da novizia, a diventare nel giro di due/tre anni suora ed a ricevere la consacrazione religiosa. Ilenia Siciliani e stata sempre molto religiosa e devota ma la sua vita sembrava ormai stabilmente indirizzata verso la carriera militare nelle forze dell’ordine.

La vocazione per lei è arrivata nell’estate scorsa dopo un viaggio a Medjugorje, in Bosnia ed Erzegovina, noto luogo di apparizioni mariane e meta di pellegrinaggio cattolico. A Medjugorje la ventiseienne carabiniere infatti ha incontrato un gruppo di suore con le quali ha subito legato e con le quali è rimasta a lungo in contatto nei mesi successivi maturando infine la scelta di farsi suora prendendo i voti di povertà, castità e obbedienza. Un incontro inaspettato che però ha stravolto completamente e in poco tempo la sua vita spingendola al grande passo: lasciare l’Arma dei Carabinieri per diventare suora. La ragazza ora è pronta a un grande nuovo passo nella sua vita: un cammino da novizia fino alla consacrazione religiosa.

Ilenia ora entrerà fare parte delle missionarie della Divina Rivelazione. Una scelta non facile quella di abbandonare una carriera e un lavoro sicuro ma a cui la giovane e arrivata col tempo maturandola piano piano ad esempio attraverso un viaggio per la Sicilia per visitare le chiese più belle dell’Isola. Una decisione accolta con allegria e gioia anche da chi le è stato vicino in questi anni come colleghi ed amici che hanno voluto salutarla per l’ultima volta prima della partenza per il convento di destinazione a Roma con una celebrazione religiosa in suo onore. Al saluto, avvenuto nei giorni scorsi alla parrocchia Regina Pacis di Caltanissetta, hanno partecipato esponenti sia della curia romana che di quella palermitana, tra cui il cappellano militare della Regione Sicilia, don Salvatore Falzone.