Infermiera multata. FdI: “No a processo mediatico ai Vigili Urbani di Castellammare di Stabia”

"Vogliamo esprimere vicinanza alla polizia municipale di Castellammare, oltre che all’infermiera che smontava dal turno di Pasquetta e doveva fare ritorno a casa. Non vogliamo sancire chi ha ragione e chi ha torto. Vogliamo solo tutelare i nostri vigili urbani, evitando di assistere ad un inutile processo mediatico, come sta avvenendo nelle ultime ore, utile solo a chi ha interesse a delegittimare le nostre forze dell’ordine"

CASTELLAMMARE DI STABIA – “Siamo da sempre al fianco delle forze dell’ordine. Soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria. Non smetteremo mai di dire grazie”. Così Fratelli d’Italia fa sentire la propria vicinanza al corpo di polizia municipale di Castellammare, in seguito alle polemiche scatenate dalla multa all’infermiera di Capri.

“Non vogliamo entrare nel merito della questione” – scrivono il Commissario cittadino Michele Aprea ed il capogruppo Ernesto Sica – “perché sicuramente va tutelata la categoria degli infermieri e degli operatori sanitari in genere, che sono i primi a rischiare il contagio in questa emergenza.

Bisogna, però, fermarsi un attimo e pensare allo stato in cui operano anche le forze dell’ordine. Come i medici e gli infermieri sono in prima linea. Se un errore c’è stato non è una tragedia. Lavorare in situazioni di emergenza non è facile.

Per questo motivo vogliamo esprimere vicinanza alla polizia municipale di Castellammare, oltre che all’infermiera che smontava dal turno di Pasquetta e doveva fare ritorno a casa. Non vogliamo sancire chi ha ragione e chi ha torto. Vogliamo solo tutelare i nostri vigili urbani, evitando di assistere ad un inutile processo mediatico, come sta avvenendo nelle ultime ore, utile solo a chi ha interesse a delegittimare le nostre forze dell’ordine.

Nessuno tocchi la polizia municipale di Castellammmare!”. F.to Il commissario cittadino FdI, Michele Aprea”.